Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per recuperarli intervengono Suem e Soccorso alpino

HALLOWEEN ALCOLICO, DUE RAGAZZI SI SENTONO MALE

Nella notte avevano fatto festa nel bosco sulla Rocca di Asolo


ASOLO - Questa notte alle 2, il 118 di Treviso ha allertato il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa per intervenire in supporto all'ambulanza in aiuto di due ragazzi in stato confusionale. Con un gruppetto di amici avevano fatto festa in un'area pic nic lungo i sentieri che salgono verso la Rocca di Asolo, ma si erano sentiti male al punto che il padre di uno di loro, arrivato sul posto, aveva dovuto contattare il Suem. Una squadra si è avvicinata con il fuoristrada per poi proseguire a piedi qualche decina di metri, raggiungendo i ragazzi - probabilmente minorenni - e il personale medico dell'ambulanza già presente. Un primo giovane è stato sorretto fino alla jeep e poi accompagnato all'ambulanza. Il secondo, che non era in grado di camminare, è stato caricato sulla barella, sollevato lungo il pendio di 10 metri, trasportato al fuoristrada e da lì all'ambulanza, partita per l'ospedale di Castelfranco. L'intervento si è concluso alle 4.