Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Manildo: "Park e alberghi pieni, vinta la scommessa"

BOOM IMPRESSIONISTI: IN 10MILA NEL PONTE DEI SANTI

Il bilancio dei primi quattro giorni della mostra di Goldin


TREVISO - "Goldin...ed è subito coda!” Il commento, stupito, ma non tanto, ha accumunato trevigiani e turisti davanti al lungo serpentone di persone in attesa di poter entrare nel museo di Santa Caterina a Treviso per ammirare "Storie dell’impressionismo"”.
La mostra, aperta ufficialmente sabato 29 ottobre, nel lungo week end dI Ognissanti è già stata ammirata da 9.205 visitatori. Ai quali si aggiungono i 500 della pre-apertura a pagamento per le quattro ore della sera del 28, sfiorando così i diecimila ingressi. Un dato che conferma la previsione di un successo che ha accompagnato la vigilia dell’inaugurazione.
Al pari con l’affluenza, sono esplose le prenotazioni, che già avevano toccato quota novantamila prima dell’inizio della mostra.
Gli effetti si stanno riverberando su tutta la città, per la soddisfazione dell'amministrazione comunale. Il sindaco Giovanni Manildo ha sottolineato un dato: il più 11% nell'occupazione dei parcheggi in centro in questi tre giorni.
Pieni anche gli alberghi del capoluogo, come hanno confermato Giovanni Cher, presidente del Gruppo albergatori di Confcommercio, e Tiziano Simonato, rappresentante di Unindustria Treviso per il settore turistico.
Dati postivi vengono anche dall’ufficio per il turismo IAT di via Fiumicelli: il numero delle richieste di informazioni si è moltiplicato dalle 135 nel fine settimana del 22 e 23 ottobre alle oltre 800 del weekend appena trascorso. I turisti provengono da tutta Italia, ma anche da altri paesi europei, su tutti Gran Bretagna, Francia e Germania.
“Treviso è davvero una città aperta e accogliente - ha ribadito Manildo, tracciando un bilancio dei primi giorni di apertura insieme al curatore, Marco Goldin -. E già da ora posso dire che la scommessa fatta un anno fa si sta dimostrando vincente".
“Treviso è tornata ad occupare uno spazio importante nella cartina geografica dei luoghi simbolo della cultura – ha sottolineato il primo cittadino, ringraziando Goldin – e questi primi giorni sono il risultato di un sistema che lavora, fatto da tanti ingranaggi che per segnare l’ora esatta devono funzionare tutti bene insieme. Treviso questo weekend era splendida. E’ davvero la prova che con la cultura si mangia".
La soddisfazione della città è stata espressa anche dai partner che affiancano Linea d’ombra in questa nuova impresa di Marco Goldin: Segafredo Zanetti, UniCredit, Generali, in primis. Ma anche il partner storico di Goldin, il Gruppo Euromobil, Unindustria Treviso e Pinarello. Quest’ultimo ha voluto dimostrare il proprio entusiasmo regalando a Goldin, appassionato ciclista, un’edizione speciale di una delle celebri biciclette della serie “nera” della casa trevigiana. Grande soddisfazione espressa anche da Consorzio “Marca Treviso”, Ascom e Associazione albergatori per il “pieno” assoluto in ristoranti e alberghi durante il ponte festivo.