Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, torneranno visibili ad aprile del prossimo anno

IL MOSAICO DI VIA CANONICHE VA IN LETARGO INVERNALE

Da lunedì i resti paleocristiani coperti per preservarli


TREVISO - Ultimi giorni per ammirare il mosaico di via Canoniche prima della sua copertura invernale. La soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso, comunica che lunedi 14, come di consueto, il reperto tardoantico nei pressi del Duomo verrà ricoperto di sabbia per proteggerlo durante il periodo invernale. La scopertura è prevista per aprile 2017. Il mosaico fu rinvenuto nel 1967, durante i lavori per la risistemazione dell'area: parte di un edificio, comprende tre fasce concentriche di decorazioni con delfini, tralci di vite con uccelli e amorini, pesci e conchiglie, oltre a motivi stilizzati. E' stato datato al IV secolo dopo Cristo e, secondo gli studi più accreditati studi, potrebbe trattarsi del fondo di una vasca battesimale paleocristiana, anche se non si esclude possa essere la pavimentazione di un edificio precedente solo in seguito convertito a battistero.