Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, torneranno visibili ad aprile del prossimo anno

IL MOSAICO DI VIA CANONICHE VA IN LETARGO INVERNALE

Da lunedì i resti paleocristiani coperti per preservarli


TREVISO - Ultimi giorni per ammirare il mosaico di via Canoniche prima della sua copertura invernale. La soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso, comunica che lunedi 14, come di consueto, il reperto tardoantico nei pressi del Duomo verrà ricoperto di sabbia per proteggerlo durante il periodo invernale. La scopertura è prevista per aprile 2017. Il mosaico fu rinvenuto nel 1967, durante i lavori per la risistemazione dell'area: parte di un edificio, comprende tre fasce concentriche di decorazioni con delfini, tralci di vite con uccelli e amorini, pesci e conchiglie, oltre a motivi stilizzati. E' stato datato al IV secolo dopo Cristo e, secondo gli studi più accreditati studi, potrebbe trattarsi del fondo di una vasca battesimale paleocristiana, anche se non si esclude possa essere la pavimentazione di un edificio precedente solo in seguito convertito a battistero.