Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Molti hanno contratto patologie legate alla professione

AGRICOLTORI TREVIGIANI IN PENSIONE POVERI E MALATI

Denuncia Confagricolture: assegni da 500 euro al mese


TREVISO - Il 40 per cento dei pensionati agricoltori vive con pensioni inferiori ai milla euro mensili, che in molti casi scendono a 500 o 600 euro. Almeno due pensionati su tre continuano a lavorare in azienda, per produrre reddito e riuscire ad arrivare a fine mese. Non solo. La vita dura nei campi comporta alcune patologie debilitanti o invalidanti, che necessitano il ricorso a costose cure sanitarie: un agricoltore su tre ha problemi conseguenti a infortuni o malattie professionali, sia legate all'ambiente di lavoro (come le affezioni respiratorie o reumatologiche), sia agli attrezzi (danni da vibrazioni, otopatie da rumore, artropatie da microtraumi). Mancano però sostegni e aiuto: sanità, trasporti, assistenza domiciliare e il riconoscimento da parte degli istituti previdenziali delle malattie professionali legate all'attività agricola.
Una situazione difficile, che ha spinto Confagricoltura Treviso a mettere in piedi alcune iniziative che puntano a intercettare i bisogni degli anziani e a dare una mano sui temi che maggiormente incidono nel loro quotidiano. «Nella ricca Marca stiamo riscontrando molte nuove povertà tra i nostri agricoltori over 60 – spiega Marcello Criveller, vicepresidente dell’associazione pensionati di Confagricoltura Treviso, che conta circa un migliaio di soci -. Dopo aver lavorato una vita si trovano a fare i conti con pensioni ridotte all’osso, assistenza e medicinali sempre più costosi, mancanza di sostegni e aiuto. Per questo abbiamo pensato ad alcune iniziative che puntano, in particolare, a dare un supporto a famiglie con anziani e persone in difficoltà su temi che incidono nella loro vita quotidiana, come l’amministrazione di sostegno o strumenti giuridici come la successione e il testamento. Su questi temi l’informazione è poca e c’è il rischio di finire in mano a persone poco affidabili, pronte ad approfittare di persone fragili. Notiamo anche molta leggerezza da parte delle banche nell’attuare conti co-intestati, che possono causare problemi non indifferenti. Ecco perché abbiamo pensato di mettere in piedi alcuni cicli di incontri specifici sui diversi temi, con un taglio di conversazione domanda-risposta che può aiutare a chiarire dubbi e a risolvere problemi concreti».
Il primo ciclo partirà giovedì 17 novembre, nella sede di Confagricoltura Treviso a Castagnole di Paese, con un incontro che tratterà tre temi importanti: vantaggi e svantaggi della donazione, conseguenze con il decesso del donante; tutte le istruzioni utili sul testamento; funzionamento e modalità operative per la successione legittima e testamentaria. Ne parleranno il notaio Francesco Candido Baravelli e Nadia Castellan, del Caf. Un secondo incontro si svolgerà martedì 29 novembre a Conscio di Casale sul Sile, nella sala convegni cooperativa Giuseppe Toniolo, dove l’avvocato Stefania Muggioli, Gianfranco Simion del patronato Enapa e il funzionario di banca Renzo Granello tratteranno altri tre temi fondamentali per i pensionati: il tutore e l’amministratore di sostegno, l’assistenza e la non autosufficienza e le nozioni basilari sull’utilizzo del denaro (conto corrente, delega, co-intestazioni, sicurezza dei risparmi). Gli incontri, che sono aperti a tutti e organizzati con l’associazione Ca’ dei Fiori Casale sul Sile e il Comune di Zero Branco, inizieranno alle 17.