Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6░ APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Molti hanno contratto patologie legate alla professione

AGRICOLTORI TREVIGIANI IN PENSIONE POVERI E MALATI

Denuncia Confagricolture: assegni da 500 euro al mese


TREVISO - Il 40 per cento dei pensionati agricoltori vive con pensioni inferiori ai milla euro mensili, che in molti casi scendono a 500 o 600 euro. Almeno due pensionati su tre continuano a lavorare in azienda, per produrre reddito e riuscire ad arrivare a fine mese. Non solo. La vita dura nei campi comporta alcune patologie debilitanti o invalidanti, che necessitano il ricorso a costose cure sanitarie: un agricoltore su tre ha problemi conseguenti a infortuni o malattie professionali, sia legate all'ambiente di lavoro (come le affezioni respiratorie o reumatologiche), sia agli attrezzi (danni da vibrazioni, otopatie da rumore, artropatie da microtraumi). Mancano però sostegni e aiuto: sanità, trasporti, assistenza domiciliare e il riconoscimento da parte degli istituti previdenziali delle malattie professionali legate all'attività agricola.
Una situazione difficile, che ha spinto Confagricoltura Treviso a mettere in piedi alcune iniziative che puntano a intercettare i bisogni degli anziani e a dare una mano sui temi che maggiormente incidono nel loro quotidiano. «Nella ricca Marca stiamo riscontrando molte nuove povertà tra i nostri agricoltori over 60 – spiega Marcello Criveller, vicepresidente dell’associazione pensionati di Confagricoltura Treviso, che conta circa un migliaio di soci -. Dopo aver lavorato una vita si trovano a fare i conti con pensioni ridotte all’osso, assistenza e medicinali sempre più costosi, mancanza di sostegni e aiuto. Per questo abbiamo pensato ad alcune iniziative che puntano, in particolare, a dare un supporto a famiglie con anziani e persone in difficoltà su temi che incidono nella loro vita quotidiana, come l’amministrazione di sostegno o strumenti giuridici come la successione e il testamento. Su questi temi l’informazione è poca e c’è il rischio di finire in mano a persone poco affidabili, pronte ad approfittare di persone fragili. Notiamo anche molta leggerezza da parte delle banche nell’attuare conti co-intestati, che possono causare problemi non indifferenti. Ecco perché abbiamo pensato di mettere in piedi alcuni cicli di incontri specifici sui diversi temi, con un taglio di conversazione domanda-risposta che può aiutare a chiarire dubbi e a risolvere problemi concreti».
Il primo ciclo partirà giovedì 17 novembre, nella sede di Confagricoltura Treviso a Castagnole di Paese, con un incontro che tratterà tre temi importanti: vantaggi e svantaggi della donazione, conseguenze con il decesso del donante; tutte le istruzioni utili sul testamento; funzionamento e modalità operative per la successione legittima e testamentaria. Ne parleranno il notaio Francesco Candido Baravelli e Nadia Castellan, del Caf. Un secondo incontro si svolgerà martedì 29 novembre a Conscio di Casale sul Sile, nella sala convegni cooperativa Giuseppe Toniolo, dove l’avvocato Stefania Muggioli, Gianfranco Simion del patronato Enapa e il funzionario di banca Renzo Granello tratteranno altri tre temi fondamentali per i pensionati: il tutore e l’amministratore di sostegno, l’assistenza e la non autosufficienza e le nozioni basilari sull’utilizzo del denaro (conto corrente, delega, co-intestazioni, sicurezza dei risparmi). Gli incontri, che sono aperti a tutti e organizzati con l’associazione Ca’ dei Fiori Casale sul Sile e il Comune di Zero Branco, inizieranno alle 17.