Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervō il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nascondeva le dosi tra i vestiti nella sua casa di S. Donā

COCAINA TRA LE CAMICIE, COLOMBIANO NEI GUAI

Trentenne cameriere a Treviso arrestato dalla Mobile


SAN DONA' - Nascondeva la cocaina tra le camicie. Un 30enne colombiano è stato arrestato dalla Polizia di Treviso. L'uomo, residente a San Donà, dopo aver vissuto nella Marca, nei giorni scorsi si è presentato negli uffici della Questura di Venezia, per richiedere il passaporto. Di recente, infatti ha ottenuto la cittadinanza italiana per matrimonio, avendo sposato una donna italiana, a sua volta di origini latino-americane. Il 30enne – a suo dire di professione cameriere - era già noto alle forze dell'ordine, per far parte del gruppo di connazionale che frequentano un locale in viale della Repubblica, dove in passato sono già state effettuate operazioni antidroga. Proprio le segnalazioni a suo carico emerse con un controllo a suo carico hanno insospettito i poliziotti veneziani, che hanno così avvertito i colleghi trevigiani. Gli agenti della Mobile, guidati da Claudio Di Paola, hanno così deciso di effettuare una perquisizione nell'abitazione del colombiano. E nell'armadio in camera da letto, tra i vestiti sono stati trovati 7,2 grammi di polvere bianca, suddivisa in dosi, oltre al cellophane per confezionare gli involucri e a 5.350 euro in contanti. Per il 30enne sono scattate le manette.