Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Montebelluna, arrestato alla consegna della tangente

"VUOI ESSERE ASSUNTO? DEVI DARMI MILLE EURO"

Addetto di un'azienda ricatta operaio in prova


MONTEBELLUNA - “Vuoi essere assunto? Devi darmi mille euro”. E' in sostanza questo il ricatto a cui un 28enne di Montebelluna ha sottoposto un collega. Per questo è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile montebellunese.
Il 28enne, addetto alla formazione del personale in una nota azienda della zona, ha iniziato a pressare un giovane operaio, che stava ultimando un periodo di prova nella ditta: sfruttando la necessità di quest'ultimo di essere confermato in pianta stabile, l'impiegato ha cominciato a chiedergli denaro ed è arrivato persino a minacciarlo. Peraltro, il ricattatore, in realtà, non aveva alcun reale potere di influire sui vertici dell'azienda per far ottenere o meno un contratto a tempo indeterminato all'operaio. Dopo l'ennesima richiesta di soldi, i due, venerdì scorso, si sono incontrati nel piazzale davanti ad una pizzeria di Montebelluna: qui la vittima ha consegnato al 28enne 450 euro, prima tranche di una “tangente” da mille euro. All'appuntamento, però, erano presenti anche i militari dell'Arma, che hanno colto in flagrante l'estorsore e recuperato la somma, subito riconsegnata al legittimo proprietario.
Il 28enne è stato messo agli arresti domiciliari, misura convertita dal Gip in obbligo di dimora nel Comune di Montebelluna e contestuale divieto di accesso all’azienda in cui lavorava.