Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Montebelluna, arrestato alla consegna della tangente

"VUOI ESSERE ASSUNTO? DEVI DARMI MILLE EURO"

Addetto di un'azienda ricatta operaio in prova


MONTEBELLUNA - “Vuoi essere assunto? Devi darmi mille euro”. E' in sostanza questo il ricatto a cui un 28enne di Montebelluna ha sottoposto un collega. Per questo è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile montebellunese.
Il 28enne, addetto alla formazione del personale in una nota azienda della zona, ha iniziato a pressare un giovane operaio, che stava ultimando un periodo di prova nella ditta: sfruttando la necessità di quest'ultimo di essere confermato in pianta stabile, l'impiegato ha cominciato a chiedergli denaro ed è arrivato persino a minacciarlo. Peraltro, il ricattatore, in realtà, non aveva alcun reale potere di influire sui vertici dell'azienda per far ottenere o meno un contratto a tempo indeterminato all'operaio. Dopo l'ennesima richiesta di soldi, i due, venerdì scorso, si sono incontrati nel piazzale davanti ad una pizzeria di Montebelluna: qui la vittima ha consegnato al 28enne 450 euro, prima tranche di una “tangente” da mille euro. All'appuntamento, però, erano presenti anche i militari dell'Arma, che hanno colto in flagrante l'estorsore e recuperato la somma, subito riconsegnata al legittimo proprietario.
Il 28enne è stato messo agli arresti domiciliari, misura convertita dal Gip in obbligo di dimora nel Comune di Montebelluna e contestuale divieto di accesso all’azienda in cui lavorava.