Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Montebelluna, arrestato alla consegna della tangente

"VUOI ESSERE ASSUNTO? DEVI DARMI MILLE EURO"

Addetto di un'azienda ricatta operaio in prova


MONTEBELLUNA - “Vuoi essere assunto? Devi darmi mille euro”. E' in sostanza questo il ricatto a cui un 28enne di Montebelluna ha sottoposto un collega. Per questo è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile montebellunese.
Il 28enne, addetto alla formazione del personale in una nota azienda della zona, ha iniziato a pressare un giovane operaio, che stava ultimando un periodo di prova nella ditta: sfruttando la necessità di quest'ultimo di essere confermato in pianta stabile, l'impiegato ha cominciato a chiedergli denaro ed è arrivato persino a minacciarlo. Peraltro, il ricattatore, in realtà, non aveva alcun reale potere di influire sui vertici dell'azienda per far ottenere o meno un contratto a tempo indeterminato all'operaio. Dopo l'ennesima richiesta di soldi, i due, venerdì scorso, si sono incontrati nel piazzale davanti ad una pizzeria di Montebelluna: qui la vittima ha consegnato al 28enne 450 euro, prima tranche di una “tangente” da mille euro. All'appuntamento, però, erano presenti anche i militari dell'Arma, che hanno colto in flagrante l'estorsore e recuperato la somma, subito riconsegnata al legittimo proprietario.
Il 28enne è stato messo agli arresti domiciliari, misura convertita dal Gip in obbligo di dimora nel Comune di Montebelluna e contestuale divieto di accesso all’azienda in cui lavorava.