Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Comitato organizzatore fa il punto su disponibilitą e richieste

ADUNATA DEGLI ALPINI, GIĄ PRENOTATE METĄ DELLE PALESTRE

Assegnato anche il 30% dei posti nelle aree camper


TREVISO - A più di sei mesi sono già migliaia le richieste di posti per l'Adunata del Piave, il raduno nazionale degli Alpini, in programma nel maggio 2017 nella Marca.
A fare il punto della situazione, il Comitato organizzatore dell'adunata: a disposizioni delle penne nere e dei loro famigliari che arriveranno in città (si stima quasi mezzo milione di persone), sono già stati previste 6 aree parcheggio pullman per un totale di 2.500 corriere, 65 aree per auto con 18 mila posti, 22 tendopoli in grado di accogliere 20.300 persone, 10 aree camper per 3.596 persone. Poi ci sono le 65 palestre collocate in Comune di Treviso e nei Comuni limitrofi, con disponibilità per 6.200 persone.
Le richieste hanno già saturato il 31 per cento della capacità di accoglienza per quanto riguarda i camper e addirittura il 50 per cento delle palestre (con 3.100 posti prenotati).
Visti i grandi numeri tra gli argomenti di rilevanza risultano i rapporti stretti con le Forze dell’Ordine, la sicurezza nei vari cantieri di lavoro, le attività di Protezione Civile e la collaborazione con il Servizio Sanitario coordinato dal 118, con la presenza dell’ospedale da campo ANA che sarà collocato adiacente all’ex pattinodromo e di volontari ANA delle squadre sanitarie nei Posti Medici Avanzati.
La scorsa settimana si sono inoltre svolti incontri con le forze produttive, che saranno coinvolte durante e prima dell’Adunata.
“Abbiamo incontrato in Camera di Commercio i responsabili delle associazioni di categoria in modo da creare insieme un expo del territorio che valorizzi i prodotti di eccellenza durante l’Adunata” spiega Marzio Bodria, responsabile Marketing. L’Adunata offre l’opportunità di aprire una grande vetrina coinvolgendo Consorzi, associazioni di categoria, realtà imprenditoriali che possono favorevolmente colpire l’attenzione di chi giunge a Treviso per il raduno alpino ma anche per scoprire le offerte enogastronomiche della Marca.
Il tutto va in una direzione, come sottolinea il presidente del COA Luigi Cailotto: far comprendere che “non sarà solo l’Adunata degli Alpini ma di tutta la città di Treviso e del territorio del Piave”.
Il Comitato ha anche accolto un nuovo componente in mattinata dall’inserimento di un nuovo membro componente del COA: si tratta dell’ingegner Giuseppe Bonaldi, coordinatore nazionale della Protezione Civile ANA. Un fatto importante registrato con atto del notaio Francesco Candido Baravelli, alla presenza del sindaco di Treviso, l’alpino Giovanni Manildo. Sempre in mattinata visita a sorpresa del presidente nazionale ANA Sebastiano Favero e di un gruppo di alpini provenienti da Sedico e da Lecco.