Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Assemblea a Montebelluna con poco più di 500 azionisti

VENETO BANCA, SÌ ALL'AZIONE DI RESPONSABILITA'

I soci votano le cause contro Trinca, Consoli e gli ex vertici


MONTEBELLUNA - Via all'azione di responsabilità nei confronti degli ex vertici di Veneto Banca. L'assemblea dei soci dell'istituto montebellunese ha approvato a larghissima maggioranza (il sì sono stati il 99,9%) la proposta del consiglio di amministrazione. Si procederà dunque nei confronti dei componenti del cda in carica dsal primo gennaio 2006 al 26 aprile 2014, data in cui Flavio Trinca e il suo consiglio si presentarono dimissionari e venne eletto alla presidenza Francesco Favotto. L'azione sarà rivolta anche contro l'ex direttore generale Vincenzo Consoli.
All'assemblea, al momento del voto, erano presenti 507 soci, di persona e per delega, in rappresentanza di azioni per circa 9,9 miliardi, pari al 97,64% del capitale. Da notare, naturalmente, che il 97% delle quote è in mano ad un unico azionista, il Fondo Atlante. L'esito era dunque del tutto scontato.
Agli ex amministratori, anche secondo quanto rilevato dai consulenti legali incaricati allo scopo, vengono vengono contestate irregolarità nella gestione della banca ed anomalie nella concessione degli affidamenti, in particolare nella valutazione dei rischi, oltre ad altri aspetti poco chiari legati alla compravendita delle azioni e nel pagamento di collaboratori esterni in assenza di contratti.