Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E c'è anche chi propone di portare via i conti correnti

"PRIMA DELLE CAUSE RIVOGLIAMO I NOSTRI SOLDI"

La rabbia dei soci durante l'assemblea di Veneto Banca


MONTEBELLUNA - Bene l'azione di responsabilità, ma quello che interessa davvero i soci di Veneto Banca è riavere almeno in parte i propri risparmi volatilizzati nel crollo del valore delle azioni. Il molti, intervenendo durante l'assemblea, hanno sottolineato come questa azione rischi di essere un palliativo. A maggior ragione perchè non toccano quello che per molti è la vera contestazione da muovere ai precedenti amministratori: il falso in bilancio, per aver gonfiato il valore dell'azione, inducendo molti ad investire in quello che veniva presentato come un investimento sicuro. Molti dei rappresentati delle associazioni hanno rilanciato la richiesta di sapere con precisione dove sono finiti i soldi dei risparmiatori. E pressoché tutti gli oratori hanno invocato una rapida apertura dei tavoli di conciliazione "Non però - ha ribadito un socio - per restituire 4mila euro a testa di cui si sente parlare: sarebbe una presa in giro". Il neo presidente Massimo Lanza si è limitato a dire che le procedure sono state avviate, senza però indicare in modo più preciso i tempi previsti
Altra questione sollevata in più di un intervento, quella dei cosiddetti Npl, i crediti deteriorati (Veneto Banca ne ha quasi 8 miliardi): diversi propongono di venderli a società specializzate e con il ricavato creare un fondo per ristorare i soci danneggiati.
I soci non hanno nascosto la frustrazione per gli ultimi due anni in cui si sono susseguiti presidenti e cda, con assicurazioni che si sta facendo pulizia e si stanno ponendo le basi per il rilancio, senza però - hanno accusato in tanti - vedere alcuna azione concreta a favore della base. Così c'è stato anche chi ha proposto, se l'inerzia non dovesse sbloccarsi a breve, di chiudere i conti correnti: "Tanto il bail-in arriverà comunque".

Galleria fotograficaGalleria fotografica