Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nominati anche Cristina De Benetti e Mauro Vagaggini

MOM, GIACOMO COLLADON TORNA COME PRESIDENTE

Lo storico direttore al vertice del nuovo cda


TREVISO - L’Assemblea dei soci MOM - Mobilità di Marca Spa si è riunita stamane nella sala consiliare dell’amministrazione provinciale di Treviso per rinnovare gli organi di gestione. Erano presenti 29 soci su 39, pari ad una rappresentanza del 97,58% delle quote societarie. La votazione si è svolta all’unanimità dei presenti. Il nuovo Consiglio di Amministrazione risulta quindi composto da: Giacomo Colladon (presidente), Cristina De Benetti, Mauro Vagaggini. Ritorna dunque come presidente Giacomo Colladon, storico direttore dell'Actt di Treviso, in cui era entrato nel 1976 e poi alla guida di Mom, dopo aver curato l'operazione di fusione delle varie società di trasporto locale che aveva dato vita alla nuova azienda unica. Il manager, 68 anni, aveva lasciato l'incarico lo scorso 30 giugno, andando in pensione, anche per frizioni con l'allora presidente della Provincia, Leonardo Muraro. Grazie alla sua profonda conoscenza dell'azienda, avrà una sorta di ruolo di ruolo di traghettatore, per compiere alcune operazioni come il trasferimento dell'officina dall'attuale stabile ex Siamic.
Con lui nominata Cristina De Benetti, in rappresentanza del Comune di Treviso, e Mauro Vagaggini, unico riconfermato, espressione dei soci privati.
Il precedente consiglio, presieduto da Giulio Sartor, si era dimesso lo scorso 28 ottobre, in seguito al cambio di governo in Provincia, azionista di maggioranza di Mom.
“Ringrazio il cda uscente per il lavoro svolto e auguro buon lavoro ai nuovi amministratori che si andranno ad insediare – ha commentato il Presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon – un plauso va poi ai soci giunti a questa nomina attraverso un voto unanime. Si è scelto di affidare la gestione ad un Consiglio di Amministrazione tecnico e di transizione. L’assemblea ha infatti convenuto la permanenza in carica fino all’approvazione del bilancio di esercizio 2017. Ciò consentirà alla nuova amministrazione provinciale i giusti tempi per valutare tutti gli aspetti programmatici relativi al trasporto pubblico locale e ad una azienda strategica per l’erogazione dei servizi alla mobilità”.
L’assemblea ha anche provveduto a deliberare i compensi ai nuovi amministratori. “Per effetto della normativa, che vieta l’erogazione di indennità di funzione ad amministratori collocati in quiescenza – nota infine il Presidente Marcon – abbiamo di fatto deliberato un risparmio di spesa di 28mila euro anno per l’indennità del presidente, restano invariati i compensi per i consiglieri”.