Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA È IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalità di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetto della Cgil per incontrare questi lavoratori

NELLA MARCA DILAGA SEMPRE PIÙ IL RICORSO AI VOUCHER

Nel 2016 utilizzati 3,5 milioni di buoni lavoro


TREVISO - Dilaga il fenomeno voucher nella Marca. Secondo uno studio della Cgil di Treviso, nel 2016, in provincia, sono stati utilizzati circa 3 milioni e mezzo di cosiddetti "buoni lavoro", il doppio di due anni fa. Ad essere pagati con questa formula sono oltre 36mila persone.
Sperimentati proprio nel Trevigiano nel 2008 per regolarizzare gli addetti della vendemmia, denuncia il sindacato, i voucher sono diventati oggi un sistema per disporre di manodopera a basso costo. Non a caso, i settori in cui il ricorso è maggiore, in Veneto, sono turismo, servizi alla persona, commercio. Con diverse conseguenze negative, secondo la Cgil: in primo luogo per i lavoratori, che percepiscono 7,5 euro all'ora, non godono di limitate tutele. Niente ferie, maternità, tredicesima, tfr. Nell'importo totale del buono (costo 10 euro per il lavoratore) è prevista una quota destinata all'Inps, ma è talmente ridotta, spiegano ancora dal sindacato, che per raggiungere il minimo pensionistico, si dovrebbe lavorare fino ad 80 anni. Ma l'abuso di voucher crea anche concorrenza sleale, verso le imprese che utilizzano contratti più consoni.
La Cgil di Treviso lancia un progetto sperimentale per entrare in contatto con i lavoratori a voucher: innanzitutto per tracciare un quadro preciso di questo mondo e poi per raccogliere le loro esigenze, informarli dei loro diritti, sostenerli nell'esercizio delle (poche) tutele disponibili. Previsti anche uno sportello dedicato, assemblee pubbliche ed un questionario ad hoc.

Galleria fotograficaGalleria fotografica