Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6° APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetto della Cgil per incontrare questi lavoratori

NELLA MARCA DILAGA SEMPRE PIÙ IL RICORSO AI VOUCHER

Nel 2016 utilizzati 3,5 milioni di buoni lavoro


TREVISO - Dilaga il fenomeno voucher nella Marca. Secondo uno studio della Cgil di Treviso, nel 2016, in provincia, sono stati utilizzati circa 3 milioni e mezzo di cosiddetti "buoni lavoro", il doppio di due anni fa. Ad essere pagati con questa formula sono oltre 36mila persone.
Sperimentati proprio nel Trevigiano nel 2008 per regolarizzare gli addetti della vendemmia, denuncia il sindacato, i voucher sono diventati oggi un sistema per disporre di manodopera a basso costo. Non a caso, i settori in cui il ricorso è maggiore, in Veneto, sono turismo, servizi alla persona, commercio. Con diverse conseguenze negative, secondo la Cgil: in primo luogo per i lavoratori, che percepiscono 7,5 euro all'ora, non godono di limitate tutele. Niente ferie, maternità, tredicesima, tfr. Nell'importo totale del buono (costo 10 euro per il lavoratore) è prevista una quota destinata all'Inps, ma è talmente ridotta, spiegano ancora dal sindacato, che per raggiungere il minimo pensionistico, si dovrebbe lavorare fino ad 80 anni. Ma l'abuso di voucher crea anche concorrenza sleale, verso le imprese che utilizzano contratti più consoni.
La Cgil di Treviso lancia un progetto sperimentale per entrare in contatto con i lavoratori a voucher: innanzitutto per tracciare un quadro preciso di questo mondo e poi per raccogliere le loro esigenze, informarli dei loro diritti, sostenerli nell'esercizio delle (poche) tutele disponibili. Previsti anche uno sportello dedicato, assemblee pubbliche ed un questionario ad hoc.

Galleria fotograficaGalleria fotografica