Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In finale anche la Rinocciola di Silea, produttrice di olii cosmetici

BIO E AL RADICCHIO: LA BIRRA TREVIGIANA ╚ DA OSCAR (GREEN)

Paolo Marangon, di Carbonera, vinca il premio di Coldiretti per l'innovazione


TREVISO - Biodinamica, al radicchio e trevigiana. Un mix che ha meritato alla birra di Zolla 14 l'Oscar Green. E', infatti, il trevigiano Paolo Marangon, con la birra bio prodotta nella sua impresa di Carbonera, il vincitore dell'annuale riconoscimento promosso da Coldiretti nazionale, per premiare l'innovazione in agricoltura.
Le premiazioni si sono svolte a Roma, Marangon si è imposto nella categoria "Campagna Amica", una delle cinque sezioni del concorso - tra l'altro la più gettonata - che identifica i progetti dove il rapporto tra produttore e consumatore è esaltato. E' proprio il caso di Zolla 14, azienda di 11 ettari e 5mila alberi, specializzata nelle coltivazioni organiche e biodinamiche. La birra, una "stagionale", prodotta cioè una sola volta all'anno, è realizzata seguendo il percorso del radicchio di Treviso, con il suo rigido disciplinare Igp, ma anche  rispettando nei diversi processi di lavorazione un disciplinare biodinamico, basato sul calendario astronomico.
Zolla 14 produce anche un succo limpido di mela di 7 varietà monocultivar e blend, sempre da agricoltura biodinamica.
A rappresentare la Marca, tra i finalisti della categoria c'era anche Rinocciola, impresa di Silea, della famiglia Serafin, specializzata in olio di nocciola per usi cosmetici. Non può dunque che essere soddisfatto Walter Feltrin, presidente provinciale di Coldiretti: "E’ la vittoria dei giovani imprenditori made in Italy capaci di stupire il mondo, è la vittoria di Campagna Amica, la strategia di Coldiretti che ha accorciato la filiera agricola stipulando un vero patto con i consumatori".