Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In finale anche la Rinocciola di Silea, produttrice di olii cosmetici

BIO E AL RADICCHIO: LA BIRRA TREVIGIANA ╚ DA OSCAR (GREEN)

Paolo Marangon, di Carbonera, vinca il premio di Coldiretti per l'innovazione


TREVISO - Biodinamica, al radicchio e trevigiana. Un mix che ha meritato alla birra di Zolla 14 l'Oscar Green. E', infatti, il trevigiano Paolo Marangon, con la birra bio prodotta nella sua impresa di Carbonera, il vincitore dell'annuale riconoscimento promosso da Coldiretti nazionale, per premiare l'innovazione in agricoltura.
Le premiazioni si sono svolte a Roma, Marangon si è imposto nella categoria "Campagna Amica", una delle cinque sezioni del concorso - tra l'altro la più gettonata - che identifica i progetti dove il rapporto tra produttore e consumatore è esaltato. E' proprio il caso di Zolla 14, azienda di 11 ettari e 5mila alberi, specializzata nelle coltivazioni organiche e biodinamiche. La birra, una "stagionale", prodotta cioè una sola volta all'anno, è realizzata seguendo il percorso del radicchio di Treviso, con il suo rigido disciplinare Igp, ma anche  rispettando nei diversi processi di lavorazione un disciplinare biodinamico, basato sul calendario astronomico.
Zolla 14 produce anche un succo limpido di mela di 7 varietà monocultivar e blend, sempre da agricoltura biodinamica.
A rappresentare la Marca, tra i finalisti della categoria c'era anche Rinocciola, impresa di Silea, della famiglia Serafin, specializzata in olio di nocciola per usi cosmetici. Non può dunque che essere soddisfatto Walter Feltrin, presidente provinciale di Coldiretti: "E’ la vittoria dei giovani imprenditori made in Italy capaci di stupire il mondo, è la vittoria di Campagna Amica, la strategia di Coldiretti che ha accorciato la filiera agricola stipulando un vero patto con i consumatori".