Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In finale anche la Rinocciola di Silea, produttrice di olii cosmetici

BIO E AL RADICCHIO: LA BIRRA TREVIGIANA È DA OSCAR (GREEN)

Paolo Marangon, di Carbonera, vinca il premio di Coldiretti per l'innovazione


TREVISO - Biodinamica, al radicchio e trevigiana. Un mix che ha meritato alla birra di Zolla 14 l'Oscar Green. E', infatti, il trevigiano Paolo Marangon, con la birra bio prodotta nella sua impresa di Carbonera, il vincitore dell'annuale riconoscimento promosso da Coldiretti nazionale, per premiare l'innovazione in agricoltura.
Le premiazioni si sono svolte a Roma, Marangon si è imposto nella categoria "Campagna Amica", una delle cinque sezioni del concorso - tra l'altro la più gettonata - che identifica i progetti dove il rapporto tra produttore e consumatore è esaltato. E' proprio il caso di Zolla 14, azienda di 11 ettari e 5mila alberi, specializzata nelle coltivazioni organiche e biodinamiche. La birra, una "stagionale", prodotta cioè una sola volta all'anno, è realizzata seguendo il percorso del radicchio di Treviso, con il suo rigido disciplinare Igp, ma anche  rispettando nei diversi processi di lavorazione un disciplinare biodinamico, basato sul calendario astronomico.
Zolla 14 produce anche un succo limpido di mela di 7 varietà monocultivar e blend, sempre da agricoltura biodinamica.
A rappresentare la Marca, tra i finalisti della categoria c'era anche Rinocciola, impresa di Silea, della famiglia Serafin, specializzata in olio di nocciola per usi cosmetici. Non può dunque che essere soddisfatto Walter Feltrin, presidente provinciale di Coldiretti: "E’ la vittoria dei giovani imprenditori made in Italy capaci di stupire il mondo, è la vittoria di Campagna Amica, la strategia di Coldiretti che ha accorciato la filiera agricola stipulando un vero patto con i consumatori".