Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal Duomo a piazza dei Signori, nel mirino anche il prefetto

LEGA IN CORTEO A TREVISO CONTRO I PROFUGHI

In 200 alla fiaccolata per dire basta all'immigrazione


TREVISO - No ai profughi. Circa 200 persone - tra amministratori locali e militanti - hanno dato vita alla fiaccolata organizzata dalla Lega Nord in centro a Treviso per protestare contro l'accoglienza di nuovi immigrati. Il corteo, con fiaccole, bandiere e cartelli, da piazza Duomo ha raggiunto piazza dei Signori, dove hanno preso la parola alcuni rappresentanti del partito: a aprirlo lo striscione "Basta clandestini". Tra i presenti, gli assessori regionali Federico Caner e Roberto Marcato, il consigliere regionale Riccardo Donadon, il sindaco di Castelfranco e presidente della Provincia Stefano Marcon, i sindaci di Oderzo Maria Scardellato e di Arcade Domenico Presti, il segretario provinciale della Lega Dimitri Coin e quello comunale Massimo Candura.
Secondo il movimento politico, la stragrande maggioranza dei richiedenti asilo non ha i requisiti per rientrare in questa categoria. Nel mirino del Carroccio in primo luogo il prefetto di Treviso, Laura Lega, per la sua gestione del fenomeno profughi: "È ora di finirla di riempiere le caserme dismesse, gli hotel, gli agriturismi e i singoli appartamenti di clandestini che non sappiamo da dove vengono e chi sono realmente - ha ribadito il responsabile provinciale del partito, Dimitri Coin -. È ora di dire basta a cooperative create ad hoc per fare business sui migranti. Meno di un terzo ha i requisiti per ottenere lo status di profugo. E gli altri? Quanti sono? Quanti ancora ce ne dovremo aspettare? Chi pagherà quando i migranti economici non avranno la copertura dello Stato?"