Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal Duomo a piazza dei Signori, nel mirino anche il prefetto

LEGA IN CORTEO A TREVISO CONTRO I PROFUGHI

In 200 alla fiaccolata per dire basta all'immigrazione


TREVISO - No ai profughi. Circa 200 persone - tra amministratori locali e militanti - hanno dato vita alla fiaccolata organizzata dalla Lega Nord in centro a Treviso per protestare contro l'accoglienza di nuovi immigrati. Il corteo, con fiaccole, bandiere e cartelli, da piazza Duomo ha raggiunto piazza dei Signori, dove hanno preso la parola alcuni rappresentanti del partito: a aprirlo lo striscione "Basta clandestini". Tra i presenti, gli assessori regionali Federico Caner e Roberto Marcato, il consigliere regionale Riccardo Donadon, il sindaco di Castelfranco e presidente della Provincia Stefano Marcon, i sindaci di Oderzo Maria Scardellato e di Arcade Domenico Presti, il segretario provinciale della Lega Dimitri Coin e quello comunale Massimo Candura.
Secondo il movimento politico, la stragrande maggioranza dei richiedenti asilo non ha i requisiti per rientrare in questa categoria. Nel mirino del Carroccio in primo luogo il prefetto di Treviso, Laura Lega, per la sua gestione del fenomeno profughi: "È ora di finirla di riempiere le caserme dismesse, gli hotel, gli agriturismi e i singoli appartamenti di clandestini che non sappiamo da dove vengono e chi sono realmente - ha ribadito il responsabile provinciale del partito, Dimitri Coin -. È ora di dire basta a cooperative create ad hoc per fare business sui migranti. Meno di un terzo ha i requisiti per ottenere lo status di profugo. E gli altri? Quanti sono? Quanti ancora ce ne dovremo aspettare? Chi pagherà quando i migranti economici non avranno la copertura dello Stato?"