Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal Duomo a piazza dei Signori, nel mirino anche il prefetto

LEGA IN CORTEO A TREVISO CONTRO I PROFUGHI

In 200 alla fiaccolata per dire basta all'immigrazione


TREVISO - No ai profughi. Circa 200 persone - tra amministratori locali e militanti - hanno dato vita alla fiaccolata organizzata dalla Lega Nord in centro a Treviso per protestare contro l'accoglienza di nuovi immigrati. Il corteo, con fiaccole, bandiere e cartelli, da piazza Duomo ha raggiunto piazza dei Signori, dove hanno preso la parola alcuni rappresentanti del partito: a aprirlo lo striscione "Basta clandestini". Tra i presenti, gli assessori regionali Federico Caner e Roberto Marcato, il consigliere regionale Riccardo Donadon, il sindaco di Castelfranco e presidente della Provincia Stefano Marcon, i sindaci di Oderzo Maria Scardellato e di Arcade Domenico Presti, il segretario provinciale della Lega Dimitri Coin e quello comunale Massimo Candura.
Secondo il movimento politico, la stragrande maggioranza dei richiedenti asilo non ha i requisiti per rientrare in questa categoria. Nel mirino del Carroccio in primo luogo il prefetto di Treviso, Laura Lega, per la sua gestione del fenomeno profughi: "È ora di finirla di riempiere le caserme dismesse, gli hotel, gli agriturismi e i singoli appartamenti di clandestini che non sappiamo da dove vengono e chi sono realmente - ha ribadito il responsabile provinciale del partito, Dimitri Coin -. È ora di dire basta a cooperative create ad hoc per fare business sui migranti. Meno di un terzo ha i requisiti per ottenere lo status di profugo. E gli altri? Quanti sono? Quanti ancora ce ne dovremo aspettare? Chi pagherà quando i migranti economici non avranno la copertura dello Stato?"