Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Episodi limitati, ma occorre vigilare sugli appalti"

"INFILTRAZIONI MAFIOSE NELL'EDILIZIA, TENIAMO ALTA L'ATTENZIONE"

L'appello di Corazza (Ance) dopo il caso di un'azienda di Cessalto


TREVISO - Nel settore della costruzioni trevigiano non c'è un'emergenza per la presenza della grande criminalità organizzata. La guardia tuttavia deve rimanere alta e costante per prevenire possibili infiltrazioni. Dopo che una ditta di Cessalto è finita sotto inchiesta per possibili legami con la 'Ndrangheta, lo ribadisce anche Fiorenzo Corazza, presidente provinciale dell'Ance, l'Associazione nazionale costruttori edili: "L’attenzione alle possibili infiltrazioni criminali nel settore delle costruzioni del nostro territorio è costante, in stretto contatto con le Forze dell’Ordine a cui spetta compiere gli accertamenti - ribadisce Corazza -. Gli episodi, per fortuna limitati, che sono oggetto di indagine non devono quindi assolutamente essere sottovalutati. In generale, come confermano le Autorità preposte, nel Trevigiano non vi è, al momento, la percezione che questo fenomeno sia diffuso e che richieda un’azione specifica atta a prevenirlo".
In leader degli industriali dell'edilizia richiama al massimo impegno anche imprese "con particolare attenzione agli appalti pubblici, considerando l’impatto negativo di questi anni di crisi nel comparto dell’edilizia, che potrebbe, almeno in teoria, aprire spiragli all’arrivo di organizzazioni criminali".
Proprio per un’azione preventiva e di controllo di questo rischio, Unindustria Treviso ha aderito dal 2014 al Protocollo di Legalità tra Confindustria e Ministero dell’Interno, al quale partecipano anche imprese delle costruzioni "Il Protocollo - sottolinea Corazza - prevede un monitoraggio costante dell’attività delle imprese e l’obbligo di certificazione antimafia non solo delle aziende aderenti ma anche di quelle presenti nella filiera dei loro fornitori. E’ un impegno, e un messaggio di legalità e di rispetto della libertà di impresa e di concorrenza".