Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Episodi limitati, ma occorre vigilare sugli appalti"

"INFILTRAZIONI MAFIOSE NELL'EDILIZIA, TENIAMO ALTA L'ATTENZIONE"

L'appello di Corazza (Ance) dopo il caso di un'azienda di Cessalto


TREVISO - Nel settore della costruzioni trevigiano non c'è un'emergenza per la presenza della grande criminalità organizzata. La guardia tuttavia deve rimanere alta e costante per prevenire possibili infiltrazioni. Dopo che una ditta di Cessalto è finita sotto inchiesta per possibili legami con la 'Ndrangheta, lo ribadisce anche Fiorenzo Corazza, presidente provinciale dell'Ance, l'Associazione nazionale costruttori edili: "L’attenzione alle possibili infiltrazioni criminali nel settore delle costruzioni del nostro territorio è costante, in stretto contatto con le Forze dell’Ordine a cui spetta compiere gli accertamenti - ribadisce Corazza -. Gli episodi, per fortuna limitati, che sono oggetto di indagine non devono quindi assolutamente essere sottovalutati. In generale, come confermano le Autorità preposte, nel Trevigiano non vi è, al momento, la percezione che questo fenomeno sia diffuso e che richieda un’azione specifica atta a prevenirlo".
In leader degli industriali dell'edilizia richiama al massimo impegno anche imprese "con particolare attenzione agli appalti pubblici, considerando l’impatto negativo di questi anni di crisi nel comparto dell’edilizia, che potrebbe, almeno in teoria, aprire spiragli all’arrivo di organizzazioni criminali".
Proprio per un’azione preventiva e di controllo di questo rischio, Unindustria Treviso ha aderito dal 2014 al Protocollo di Legalità tra Confindustria e Ministero dell’Interno, al quale partecipano anche imprese delle costruzioni "Il Protocollo - sottolinea Corazza - prevede un monitoraggio costante dell’attività delle imprese e l’obbligo di certificazione antimafia non solo delle aziende aderenti ma anche di quelle presenti nella filiera dei loro fornitori. E’ un impegno, e un messaggio di legalità e di rispetto della libertà di impresa e di concorrenza".