Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Episodi limitati, ma occorre vigilare sugli appalti"

"INFILTRAZIONI MAFIOSE NELL'EDILIZIA, TENIAMO ALTA L'ATTENZIONE"

L'appello di Corazza (Ance) dopo il caso di un'azienda di Cessalto


TREVISO - Nel settore della costruzioni trevigiano non c'è un'emergenza per la presenza della grande criminalità organizzata. La guardia tuttavia deve rimanere alta e costante per prevenire possibili infiltrazioni. Dopo che una ditta di Cessalto è finita sotto inchiesta per possibili legami con la 'Ndrangheta, lo ribadisce anche Fiorenzo Corazza, presidente provinciale dell'Ance, l'Associazione nazionale costruttori edili: "L’attenzione alle possibili infiltrazioni criminali nel settore delle costruzioni del nostro territorio è costante, in stretto contatto con le Forze dell’Ordine a cui spetta compiere gli accertamenti - ribadisce Corazza -. Gli episodi, per fortuna limitati, che sono oggetto di indagine non devono quindi assolutamente essere sottovalutati. In generale, come confermano le Autorità preposte, nel Trevigiano non vi è, al momento, la percezione che questo fenomeno sia diffuso e che richieda un’azione specifica atta a prevenirlo".
In leader degli industriali dell'edilizia richiama al massimo impegno anche imprese "con particolare attenzione agli appalti pubblici, considerando l’impatto negativo di questi anni di crisi nel comparto dell’edilizia, che potrebbe, almeno in teoria, aprire spiragli all’arrivo di organizzazioni criminali".
Proprio per un’azione preventiva e di controllo di questo rischio, Unindustria Treviso ha aderito dal 2014 al Protocollo di Legalità tra Confindustria e Ministero dell’Interno, al quale partecipano anche imprese delle costruzioni "Il Protocollo - sottolinea Corazza - prevede un monitoraggio costante dell’attività delle imprese e l’obbligo di certificazione antimafia non solo delle aziende aderenti ma anche di quelle presenti nella filiera dei loro fornitori. E’ un impegno, e un messaggio di legalità e di rispetto della libertà di impresa e di concorrenza".