Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/277: A PADOVA IL GOLF GIOVANILE INTERNAZIONALE

L'U.S. Kids Venice Open ospitato tra Galzignano, Montecchia e Frassenelle


PADOVA - È ancora una volta a Padova l’International U.S. Kids Venice Open, affollata da centinaia di atleti, provenienti da ogni parte del mondo. L’U.S. Kids è istituzione americana con 27 circoli affiliati in Italia, che ha il fine di aprire il Golf ai più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/276: LA CALMA DI PATRICK REED È VINCENTE AL NORTHERN TRUST

Lo statunitense bissa il successo del 2016 nel primo torneo della FedEx Cup


NEW JERSEY (USA) - È questa la prima delle tre gare valide per la FedEx Cup, inserita nel corso della stagione PGA Tour: tre tornei a eliminazione, giocati nel mese di agosto, che portano all’assegnazione di una grossa somma di denaro: 15 milioni di dollari del Jackpot al vincitore di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/275: LA FAVOLA DI "CENERENTOLA" SHIBUNO DIVENTA REALTÀ

La giapponese regina del British Open femminile


LITTE BRICKHILL (GBR) - È tempo di dare visibilità al Golf femminile, a “quell’altra metà del cielo”, che rende più brioso il Campo da Golf. L’organizzatore del torneo, il Royal & Ancient Golf Club di St. Andrews, la massima autorità...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Slogan con lo spary contro Mauro Dal Zilio: "Razzista"

LETAME E SCRITTE CONTRO IL SINDACO ANTI-PROFUGHI

Raid del centro sociale Django alla sede della Lega di Quinto


QUINTO - Scritte, letame e fumogeni contro il sindaco di Quinto. Raid nella notte di giovedì contro la locale sede della Lega Nord: nel mirino, però, c'è il primo cittadino Mauro Dal Zilio, esponente del Carroccio. Una decina di persone incappucciate e con il volto nascosto hanno gettato letame contro l'edificio, in via Ciardi, e poi hanno tracciato con lo spray varie scritte sui muri e sul marciapiede antistante, tra cui: "Dal Zilio razzista", chiaro riferimento al fatto, che nei giorni scorsi, il sindaco ha fatto sgomberare un pulmino con a bordo numerosi profughi, destinati ad una struttura di accoglienza della zona.
Il blitz è stato rivendicato dal centro sociale Django di Treviso. "Dopo i gravissimi fatti di qualche giorno fa in cui il sindaco Dal Zilio ha respinto l'accoglienza ad una ragazza incinta - hanno scritto i militanti sulla pagina Facebook del centro sociale -, non si poteva restare a guardare è stata così sanzionata la sede della lega di Quinto di Treviso, città teatro di questo ennesimo exploit razzista!".
"Siamo convinti che sia anche il caso di usare un lessico appropriato e per questo sulla strada è comparsa la scritta Dal Zilio razzista - continua il post -, ricordandogli quanto sia facile fare il prepotente con i più deboli solo per farsi forti agli occhi degli altri".
I Carabinieri, intervenuti sul posto, stanno conducendo le indagini per identificare i responsabili del gesto vandalico.