Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Slogan con lo spary contro Mauro Dal Zilio: "Razzista"

LETAME E SCRITTE CONTRO IL SINDACO ANTI-PROFUGHI

Raid del centro sociale Django alla sede della Lega di Quinto


QUINTO - Scritte, letame e fumogeni contro il sindaco di Quinto. Raid nella notte di giovedì contro la locale sede della Lega Nord: nel mirino, però, c'è il primo cittadino Mauro Dal Zilio, esponente del Carroccio. Una decina di persone incappucciate e con il volto nascosto hanno gettato letame contro l'edificio, in via Ciardi, e poi hanno tracciato con lo spray varie scritte sui muri e sul marciapiede antistante, tra cui: "Dal Zilio razzista", chiaro riferimento al fatto, che nei giorni scorsi, il sindaco ha fatto sgomberare un pulmino con a bordo numerosi profughi, destinati ad una struttura di accoglienza della zona.
Il blitz è stato rivendicato dal centro sociale Django di Treviso. "Dopo i gravissimi fatti di qualche giorno fa in cui il sindaco Dal Zilio ha respinto l'accoglienza ad una ragazza incinta - hanno scritto i militanti sulla pagina Facebook del centro sociale -, non si poteva restare a guardare è stata così sanzionata la sede della lega di Quinto di Treviso, città teatro di questo ennesimo exploit razzista!".
"Siamo convinti che sia anche il caso di usare un lessico appropriato e per questo sulla strada è comparsa la scritta Dal Zilio razzista - continua il post -, ricordandogli quanto sia facile fare il prepotente con i più deboli solo per farsi forti agli occhi degli altri".
I Carabinieri, intervenuti sul posto, stanno conducendo le indagini per identificare i responsabili del gesto vandalico.