Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un convegno sul tema il 2 dicembre promosso dalla Chirurgia plastica

ALL'ULSS TREVIGIANA UNA TASK FORCE PER LE FERITE ALLE GAMBE

Nel 2015, 600 pazienti con lesioni cutanee agli arti inferiori


TREVISO - Una task force multidisciplinare di specialisti per i pazienti con lesioni cutanee alla gambe, come piaghe da decubito, ulcere vascolari, piede diabetico, ustioni, lesioni da trauma. La sta mettendo a punto l'Ulss di Treviso. Nel 2015, nell'azienda sanitaria, le persone ricoverate per questo tipo di problematiche sono state circa 600, di cui, in particolare, 300 all'Ospedale Ca' Foncello di Treviso. Il trend è confermato nel primo semestre del 2016 con circa 300 ingressi.
“Tra le cause della patologia – spiega Giorgio Berna, primario di Chirurgia Plastica dell'Ulss 9 - soprattutto il progressivo invecchiamento della popolazione, l'aumento di malattie, come diabete e obesità. In questi ultimi anni, si è registrato un aumento del 20% delle lesioni cutanee croniche”. Per circa metà di questi malati, a causa delle frequenti amputazioni o danni muscolari, questa malattia risulta invalidante. Per le ulcere del piede diabetico si registra un’incidenza del 15% tra i pazienti con il diabete. Le ulcere da pressione o da decubito affliggono circa l’8% dei pazienti ospedalizzati e tra il 15% e il 25% di quelli delle strutture di lungodegenza o case di riposo.
Sul tema, l'unità di Chirurgia plastica organizza un convegno, il prossimo 2 dicembre, intitolato: “Approccio multidisciplinare: la gestione del paziente con lesioni cutanee dell’arto inferiore”
“Questo tipo di approccio è in linea con le strategie che stanno portando alla costituzione di una Ulss unica provinciale – sottolinea il direttore generale Francesco Benazzi -. La uniformità dei trattamenti è uno dei principali obiettivi per portare maggior efficienza e maggior attenzione verso il paziente oltre che un risparmio per l’organizzazione. La Chirurgia Plastica, centro hub di riferimento per le province di Treviso e Belluno, sarà protagonista in questa attività trasversale tra i diversi ospedali del territorio”.