Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un convegno sul tema il 2 dicembre promosso dalla Chirurgia plastica

ALL'ULSS TREVIGIANA UNA TASK FORCE PER LE FERITE ALLE GAMBE

Nel 2015, 600 pazienti con lesioni cutanee agli arti inferiori


TREVISO - Una task force multidisciplinare di specialisti per i pazienti con lesioni cutanee alla gambe, come piaghe da decubito, ulcere vascolari, piede diabetico, ustioni, lesioni da trauma. La sta mettendo a punto l'Ulss di Treviso. Nel 2015, nell'azienda sanitaria, le persone ricoverate per questo tipo di problematiche sono state circa 600, di cui, in particolare, 300 all'Ospedale Ca' Foncello di Treviso. Il trend è confermato nel primo semestre del 2016 con circa 300 ingressi.
“Tra le cause della patologia – spiega Giorgio Berna, primario di Chirurgia Plastica dell'Ulss 9 - soprattutto il progressivo invecchiamento della popolazione, l'aumento di malattie, come diabete e obesità. In questi ultimi anni, si è registrato un aumento del 20% delle lesioni cutanee croniche”. Per circa metà di questi malati, a causa delle frequenti amputazioni o danni muscolari, questa malattia risulta invalidante. Per le ulcere del piede diabetico si registra un’incidenza del 15% tra i pazienti con il diabete. Le ulcere da pressione o da decubito affliggono circa l’8% dei pazienti ospedalizzati e tra il 15% e il 25% di quelli delle strutture di lungodegenza o case di riposo.
Sul tema, l'unità di Chirurgia plastica organizza un convegno, il prossimo 2 dicembre, intitolato: “Approccio multidisciplinare: la gestione del paziente con lesioni cutanee dell’arto inferiore”
“Questo tipo di approccio è in linea con le strategie che stanno portando alla costituzione di una Ulss unica provinciale – sottolinea il direttore generale Francesco Benazzi -. La uniformità dei trattamenti è uno dei principali obiettivi per portare maggior efficienza e maggior attenzione verso il paziente oltre che un risparmio per l’organizzazione. La Chirurgia Plastica, centro hub di riferimento per le province di Treviso e Belluno, sarà protagonista in questa attività trasversale tra i diversi ospedali del territorio”.