Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un convegno sul tema il 2 dicembre promosso dalla Chirurgia plastica

ALL'ULSS TREVIGIANA UNA TASK FORCE PER LE FERITE ALLE GAMBE

Nel 2015, 600 pazienti con lesioni cutanee agli arti inferiori


TREVISO - Una task force multidisciplinare di specialisti per i pazienti con lesioni cutanee alla gambe, come piaghe da decubito, ulcere vascolari, piede diabetico, ustioni, lesioni da trauma. La sta mettendo a punto l'Ulss di Treviso. Nel 2015, nell'azienda sanitaria, le persone ricoverate per questo tipo di problematiche sono state circa 600, di cui, in particolare, 300 all'Ospedale Ca' Foncello di Treviso. Il trend è confermato nel primo semestre del 2016 con circa 300 ingressi.
“Tra le cause della patologia – spiega Giorgio Berna, primario di Chirurgia Plastica dell'Ulss 9 - soprattutto il progressivo invecchiamento della popolazione, l'aumento di malattie, come diabete e obesità. In questi ultimi anni, si è registrato un aumento del 20% delle lesioni cutanee croniche”. Per circa metà di questi malati, a causa delle frequenti amputazioni o danni muscolari, questa malattia risulta invalidante. Per le ulcere del piede diabetico si registra un’incidenza del 15% tra i pazienti con il diabete. Le ulcere da pressione o da decubito affliggono circa l’8% dei pazienti ospedalizzati e tra il 15% e il 25% di quelli delle strutture di lungodegenza o case di riposo.
Sul tema, l'unità di Chirurgia plastica organizza un convegno, il prossimo 2 dicembre, intitolato: “Approccio multidisciplinare: la gestione del paziente con lesioni cutanee dell’arto inferiore”
“Questo tipo di approccio è in linea con le strategie che stanno portando alla costituzione di una Ulss unica provinciale – sottolinea il direttore generale Francesco Benazzi -. La uniformità dei trattamenti è uno dei principali obiettivi per portare maggior efficienza e maggior attenzione verso il paziente oltre che un risparmio per l’organizzazione. La Chirurgia Plastica, centro hub di riferimento per le province di Treviso e Belluno, sarà protagonista in questa attività trasversale tra i diversi ospedali del territorio”.