Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I possibili tagli all'origine delle dimissioni di Alessandro dal cda

BENETTON, PIANO PER RIDURRE L'ORGANICO DEL 15%

Finora nessun esubero dichiarato ufficialmente


PONZANO VENETO - Potrebbe arrivare al 15-20% dell'organico il taglio all'organico deciso Benetton Group. Il management starebbe infatti lavorando ad un nuovo piano di ristrutturazione. Al momento non è stato dichiarato ufficialmente alcun esubero, ma la riduzione potrebbe riguardare i servizi amministrativi generali ed un po' tutti gli altri reparti produttivi. A questo si aggiunge la questione Sisley: per gestire il marchio è stata costituita una società ad hoc e non è ancora chiaro se verrà mantenuta, pur autonoma, all'interno del gruppo oppure si procederà ad una cessione (come si è cercato di fare due anni fa con altro brand minori, come Playlife o Killer Loop, poi dismessi). Attorno alle collezioni Sisley gravita un'ottantina di addetti. Senza contare, infine, i 104 dipedenti che, secondo la Cgil, da inzio anno hanno accettato gli incentivi per entrare in mobilità volontaria.
Proprio sull'entità degli esuberi, nel cda di alcune settimane fa, si sarebbe consumato il dissenso tra Alessandro Benetton e il resto del cda. Il 52enne figlio di Luciano, come noto, sarebbe stato più propenso ad un più deciso programma di investimento per riposizionare l'azienda e le produzioni, non concordando con la linea di contenimento dei costi e recupero di efficienza perseguita da Edizione, la holding di famiglia. Da qui le sue dimmisioni dal consiglio di Benetton Group. Le divergenza, peraltro, sono limitate alla sola conduzione strategia del colosso del maglione colorato: Alessandro continua a sedere nel cda della stessa Edizione e in quello di Autogrill, altra società controllata.