Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oggi la superficie totale nella Marca non supera il 5%

OBIETTIVO 30% DEL PROSECCO DA UVE BIO ENTRO IL 2020

La proposta lanciata in un convegno di Confagricoltura e Cia


TREVISO - Realizzare il 30 per cento della produzione di prosecco da uve biologiche. E' l'obiettivo proposto entro il 2020 dal convegno "Il bello del bio", promosso da Confagricoltura e Confederazione italiana agricoltori di Treviso.
L'obiettivo è tutelare l'ambiente naturale e garantire la genuinità del prodotto, ma anche intercettare un mercato in crescita, i cui consumatori, secondo varie indagini, sono costituiti in prevalenza da donne, residenti in città e di livello sociale medio-alto.
Ivo Nardi, noto produttore che già sta utilizzando queste metodologie, ha proposto che l'intera area della Docg Conegliano - Valdobbiadene si converta al bio. In Italia la superficie coltivata con criteri biologici è pari a 1.387.913 ettari, di cui quasi la metà concentrata tra Sicilia, Calabria e Puglia. Il Veneto registra una crescita del 3,7 % annua, con una superficie pari a circa 16.000 ettari di coltivazioni biologiche. La provincia di Treviso ricalca il trend di crescita regionale, con una sensibilità in aumento anche nel settore vitivinicolo, dove è terza in Veneto (dopo Venezia e Padova) per superfici che seguono i metodi di produzione: il 5% del totale. A frenare gli agricoltori - è stato spiegato - sono soprattutto i timori degli agricoltori di non riusciere a fronteggiare malattie delle piante e attacchi di parassiti, come la cimice asiatica.