Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tentato omicidio: insieme ad altri due, l'hanno ridotto in fin di vita

BASTONANO A SANGUE UN UOMO, ARRESTATI DUE STRANIERI

Dopo una lite, aggressione fuori da un bar di Mogliano


MOGLIANO VENETO - Lo hanno pestato a sangue, lasciandolo mezzo morto davanti ad un locale di Mogliano. Due giovani sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio in concorso. I due, stranieri, rispettivamente del 1994 e del 1996, entrambi residenti a Preganziol e con precedenti penali, si trovano ora ai domiciliari.
Il fatto risale alla notte del 13 novembre scorso, quando i Carabinieri, a seguito di una segnalazione al 112, nelle vicinanze del bar “Oste Goloso” di Mogliano, hanno trovato il corpo di un uomo ridotto in fin di vita e disteso tra alcuni bidoni dell’immondizia. Dopo aver dato un nome alla vittima, i militari della locale stazione, insieme ai colleghi del Nucleo Radiomobile, hanno avviato immediatamente le indagini per risalire agli autori del gesto. Sono stati individuati quattro giovani che quella notte, a causa un alterco avuto con l’uomo che conoscevano bene, lo hanno portato fuori dal locale, dove lo hanno aggredito, servendosi di alcuni pezzi di legno ed una gamba di un tavolino recuperati nelle vicinanze, successivamente sequestrati dai carabinieri per essere analizzati.
Per le violenze subite, la vittima è stata ricoverato al Ca’ Foncello, con prognosi riservata, per frattura cranica ed un poli trauma costale.
Il giudice per le indagini preliminari, sposando le risultanze investigative, ha emesso la misura restrittiva per i due giovani considerati più pericolosi, sia per la condotta tenuta, sia per i loro precedenti penali, con l’accusa di lesioni gravi. Nell’ambito della stessa operazione sono stati identificati anche altre due persone che avevano partecipato al pestaggio: nei loro confronti è scattata la denuncia in stato di libertà per i medesimi reati.