Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tentato omicidio: insieme ad altri due, l'hanno ridotto in fin di vita

BASTONANO A SANGUE UN UOMO, ARRESTATI DUE STRANIERI

Dopo una lite, aggressione fuori da un bar di Mogliano


MOGLIANO VENETO - Lo hanno pestato a sangue, lasciandolo mezzo morto davanti ad un locale di Mogliano. Due giovani sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio in concorso. I due, stranieri, rispettivamente del 1994 e del 1996, entrambi residenti a Preganziol e con precedenti penali, si trovano ora ai domiciliari.
Il fatto risale alla notte del 13 novembre scorso, quando i Carabinieri, a seguito di una segnalazione al 112, nelle vicinanze del bar “Oste Goloso” di Mogliano, hanno trovato il corpo di un uomo ridotto in fin di vita e disteso tra alcuni bidoni dell’immondizia. Dopo aver dato un nome alla vittima, i militari della locale stazione, insieme ai colleghi del Nucleo Radiomobile, hanno avviato immediatamente le indagini per risalire agli autori del gesto. Sono stati individuati quattro giovani che quella notte, a causa un alterco avuto con l’uomo che conoscevano bene, lo hanno portato fuori dal locale, dove lo hanno aggredito, servendosi di alcuni pezzi di legno ed una gamba di un tavolino recuperati nelle vicinanze, successivamente sequestrati dai carabinieri per essere analizzati.
Per le violenze subite, la vittima è stata ricoverato al Ca’ Foncello, con prognosi riservata, per frattura cranica ed un poli trauma costale.
Il giudice per le indagini preliminari, sposando le risultanze investigative, ha emesso la misura restrittiva per i due giovani considerati più pericolosi, sia per la condotta tenuta, sia per i loro precedenti penali, con l’accusa di lesioni gravi. Nell’ambito della stessa operazione sono stati identificati anche altre due persone che avevano partecipato al pestaggio: nei loro confronti è scattata la denuncia in stato di libertà per i medesimi reati.