Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Inutili i 500 euro ai docenti, prima la sicurezza degli edifici"

"ALTRO CHE BONUS, IL GOVERNO RISISTEMI LE SCUOLE"

La denuncia di Angela Colmellere, insegnante e sindaco di Miane


MIANE - Un bonus da 500 euro agli insegnanti, ma intanto le scuole cadono a pezzi e gli amministratori che non hanno residui in bilancio sono costretti a rinunciare agli interventi. La denuncia arriva dal sindaco di Miane Angela Colmellere, a sua volta insegnante elementare.
“Da quest’anno il Governo ha accreditato 500 euro ad ogni docente, che può comperare determinato materiale didattico registrandosi ad un portale nazionale in cui si acquista in modo tracciabile – spiega -. Si tratta, a mio giudizio, di un intervento non fondamentale per la qualità dell’insegnamento, penalizzata sia dalle cattedre non ancora assegnate in modo definitivo, sia soprattutto dallo stato fatiscente e non sicuro degli immobili. Quello sarebbe stato il canale giusto in cui investire, non certo l’ennesimo bonus insoddisfacente, inutile e costoso per le casse dello Stato”.
“Di contro – continua Colmellere – le nostre scuole cadono a pezzi, e le Amministrazioni non riescono a far fronte alle ristrutturazioni per mancanza di risorse. A Miane ci è stato concesso dal Governo uno sgravio minimo di 240.000 euro sugli equilibri di bilancio, con cui abbiamo potuto restaurare una scuola utilizzando risorse nostre. Ma se lo stanziamento per il bonus da 500 euro per gli insegnanti fosse stato tramutato in un contributo statale per la messa a norma delle scuole, sarebbe certamente stato percepito in misura più utile e meno propagandistica”.
“Un Governo che sta grattando il fondo del barile perché di risorse non ce ne sono – conclude Colmellere – dovrebbe risparmiare sul queste azioni inutili ed operare con criteri di priorità, considerando che le nostre scuole cadono a pezzi, che gli insegnanti supplenti vengono pagati con mesi e mesi di ritardo, che le forze dell’Ordine sono senza giubbotti antiproiettile, che sono appena stati tagliati 50 milioni ai bambini contaminati dall’Ilva. Potrei continuare ancora… Da insegnante, dico che questo bonus per i docenti è inutile, dannoso per le casse dello Stato e del tutto irrilevante per il personale scolastico che preferirebbe operare in edifici sicuri ed essere gratificato in modo differente”.