Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si sospetta una matrice dolosa, stabile sotto sequestro

ROGO DEVASTA OFFICINA DI GOMMISTA A RONCADE

L'incendio nella notte alla Pneus di via Tommaso da Modena


RONCADE - Devastata dalle fiamme. Nella notte un incendio è scoppiato alla Pneus di Roncade, ditta specializzata nella vendita e nell'installazione di gomme per autoveicoli. Le fiamme si sono rapidamente propagate negli spazi dell'officina, situata in via Tommaso da Modena, provocando danni ingenti: i vigili del fuoco hanno lavorato alcune ore prima di riuscire a domare il rogo. Ora i tecnici sono all'opera per stabilire le cause dell'incendio. I primi indizi, raccolti dai Carabinieri, intervenuti anch'essi sul posto, farebbero propendere per una matrice dolosa: ignoti sarebbero entrati nell'azienda, per appiccare il fuoco ad alcuni copertoni e poi dileguarsi. A confermarlo anche una tanica di combustibile ritrovata sul luogo. Lo stabile è stato messo sotto sequestro.