Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'intervento al convegno promosso dall'Urologia di Conegliano

"REPARTI OSPEDALIERI PIÙ TECNOLOGICI E SPECIALIZZATI"

Il consigliere regionale Villanova spiega la nuova sanità veneta


TARZO - Si è concluso con grande successo anche quest’anno, l’annuale convegno sul tema della riorganizzazione del sistema sanitario e sulle ultime novità a livello mondiale, sulla diagnostica e nuove terapie chirurgiche-oncologiche, riguardanti le neoplasie uroteliali del rene e della vescica. Questo interessante appuntamento, al quale hanno partecipato oltre duecento medici, la maggior parte specialisti del settore e docenti universitari si è svolto presso l’Auditorium della Banca Prealpi di Tarzo, il tutto organizzato anche quest’anno, dal primario di Urologia dell’ospedale di Conegliano Valerio Salvatore. Presente per l’occasione, anche il consigliere regionale Alberto Villanova, componente della V° commissione Sanità in Regione, il quale ha seguito molto da vicino la riforma della sanità regionale appena approvata. L’intervenuto di Villanova, è stato molto apprezzato, in quanto è servito a fare un po’ il punto sulla situazione regionale veneta, considerata oggigiorno un’eccellenza a livello nazionale, come certificato dall’università Tor Vergata di Roma, in base ad una statistica sulla qualità dei servizi, ed anche sull’equilibrio economico finanziario della sanità, una sanità in Veneto che non produce “buchi economici” erogando prestazioni di alta qualità. Lo dimostra il fatto che, non solo il 97% dei pazienti che abitano in Veneto si curano nella loro regione perché hanno grande fiducia delle prestazioni sanitarie ma, moltissimi pazienti giungono anche da fuori, perfino dal meridione. Villanova ha poi allargando l’obbiettivo su ciò che dovrà essere la nuova organizzazione della sanità regionale ed anche su quelli che dovranno essere i nuovi reparti a livello territoriale, assicurando a questi, non solo i migliori specialisti, ma anche l’acquisto di tutti i macchinari di ultima generazione. “Acquisti –ha dichiarato Alberto Villanova- che non vengono mai fatti a caso, ma eseguiti in base alle esigenze dei vari reparti ed alle richieste dei primari interessati”. “E’ chiaro che - ha ribadito Villanova - si cercherà di centralizzare, perché non è più pensabile far coesistere reparti simili a distanza di 10-15 chilometri. Quindi, meno reparti ma più tecnologici e qualificati. L’esperienza ha dimostrato che, non é il chilometro in più a fare la differenza, bensì la qualità del servizio. Tutti gli ospedali, in futuro dovranno quindi trovare la loro caratterizzazione, per non farsi una inutile concorrenza”.
Diego Berti