Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Björkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 13 dicembre il tavolo per definire nuovi servizi

BCC TREVIGIANE A SOSTEGNO DELLE COOPERATIVE

Credito Trevigiano eroga 10 milioni per gli investimenti


VEDELAGO - Le cooperative trevigiane ed i loro consorzi, aderenti a Confcooperative Treviso - Belluno, hanno incontrato Credito Trevigiano, Banca di Credito Cooperativo a villa Emo a Fanzolo. In agenda due argomenti: coordinare l’utilizzo di 10 milioni di euro stanziati da Credito Trevigiano e definire il tavolo tecnico provinciale per offrire servizi innovativi al mondo della cooperazione. “InvestiCoop”, questa è la denominazione del plafond, permette di erogare, appunto, 10 milioni di euro alle cooperative con finanziamenti a medio termine sia chirografari sia ipotecari. "Innanzitutto la capitalizzazione della cooperativa -, spiegano Claudio Giacon e Fabio Panizzon rispettivamente direttore generale di Credito Trevigiano e consigliere della banca -, ma anche gli investimenti finalizzati all’acquisto di beni strumentali per l’attività, le licenze ed i marchi, l’acquisto o la ristrutturazione di immobili ed infine i progetti di innovazione tecnologica, di processo, di prodotto di filiera e riqualificazione energetica".
Quanto al tavolo tecnico, per definire i nuovi servizi finanziari necessari allo sviluppo del mondo della cooperazione e dei consorzi, si entrerà nel vivo con l’incontro del 13 dicembre prossimo già programmato congiuntamente alle altre Bcc trevigiane. In questo caso attorno al tavolo ci saranno anche i dirigenti di Confcooperative di Treviso e Belluno guidati dal direttore Filippo Conte.

"Dopo Investicoop - spiega Pietro Pignata, presidente di Credito Trevigiano -, è necessario rafforzare e sostenere la rete della cooperazione provinciale che genera occupazione, sviluppo sostenibile e coesione sociale".
Le cooperative nel trevigiano esprimono un fatturato complessivo di oltre 900 milioni di euro, contano 30 mila soci e 7 mila dipendenti. La maggior parte di esse, però, si trova nell’area della Castellana, dell’Asolano e del Montebellunese.