Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 13 dicembre il tavolo per definire nuovi servizi

BCC TREVIGIANE A SOSTEGNO DELLE COOPERATIVE

Credito Trevigiano eroga 10 milioni per gli investimenti


VEDELAGO - Le cooperative trevigiane ed i loro consorzi, aderenti a Confcooperative Treviso - Belluno, hanno incontrato Credito Trevigiano, Banca di Credito Cooperativo a villa Emo a Fanzolo. In agenda due argomenti: coordinare l’utilizzo di 10 milioni di euro stanziati da Credito Trevigiano e definire il tavolo tecnico provinciale per offrire servizi innovativi al mondo della cooperazione. “InvestiCoop”, questa è la denominazione del plafond, permette di erogare, appunto, 10 milioni di euro alle cooperative con finanziamenti a medio termine sia chirografari sia ipotecari. "Innanzitutto la capitalizzazione della cooperativa -, spiegano Claudio Giacon e Fabio Panizzon rispettivamente direttore generale di Credito Trevigiano e consigliere della banca -, ma anche gli investimenti finalizzati all’acquisto di beni strumentali per l’attività, le licenze ed i marchi, l’acquisto o la ristrutturazione di immobili ed infine i progetti di innovazione tecnologica, di processo, di prodotto di filiera e riqualificazione energetica".
Quanto al tavolo tecnico, per definire i nuovi servizi finanziari necessari allo sviluppo del mondo della cooperazione e dei consorzi, si entrerà nel vivo con l’incontro del 13 dicembre prossimo già programmato congiuntamente alle altre Bcc trevigiane. In questo caso attorno al tavolo ci saranno anche i dirigenti di Confcooperative di Treviso e Belluno guidati dal direttore Filippo Conte.

"Dopo Investicoop - spiega Pietro Pignata, presidente di Credito Trevigiano -, è necessario rafforzare e sostenere la rete della cooperazione provinciale che genera occupazione, sviluppo sostenibile e coesione sociale".
Le cooperative nel trevigiano esprimono un fatturato complessivo di oltre 900 milioni di euro, contano 30 mila soci e 7 mila dipendenti. La maggior parte di esse, però, si trova nell’area della Castellana, dell’Asolano e del Montebellunese.