Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 13 dicembre il tavolo per definire nuovi servizi

BCC TREVIGIANE A SOSTEGNO DELLE COOPERATIVE

Credito Trevigiano eroga 10 milioni per gli investimenti


VEDELAGO - Le cooperative trevigiane ed i loro consorzi, aderenti a Confcooperative Treviso - Belluno, hanno incontrato Credito Trevigiano, Banca di Credito Cooperativo a villa Emo a Fanzolo. In agenda due argomenti: coordinare l’utilizzo di 10 milioni di euro stanziati da Credito Trevigiano e definire il tavolo tecnico provinciale per offrire servizi innovativi al mondo della cooperazione. “InvestiCoop”, questa è la denominazione del plafond, permette di erogare, appunto, 10 milioni di euro alle cooperative con finanziamenti a medio termine sia chirografari sia ipotecari. "Innanzitutto la capitalizzazione della cooperativa -, spiegano Claudio Giacon e Fabio Panizzon rispettivamente direttore generale di Credito Trevigiano e consigliere della banca -, ma anche gli investimenti finalizzati all’acquisto di beni strumentali per l’attività, le licenze ed i marchi, l’acquisto o la ristrutturazione di immobili ed infine i progetti di innovazione tecnologica, di processo, di prodotto di filiera e riqualificazione energetica".
Quanto al tavolo tecnico, per definire i nuovi servizi finanziari necessari allo sviluppo del mondo della cooperazione e dei consorzi, si entrerà nel vivo con l’incontro del 13 dicembre prossimo già programmato congiuntamente alle altre Bcc trevigiane. In questo caso attorno al tavolo ci saranno anche i dirigenti di Confcooperative di Treviso e Belluno guidati dal direttore Filippo Conte.

"Dopo Investicoop - spiega Pietro Pignata, presidente di Credito Trevigiano -, è necessario rafforzare e sostenere la rete della cooperazione provinciale che genera occupazione, sviluppo sostenibile e coesione sociale".
Le cooperative nel trevigiano esprimono un fatturato complessivo di oltre 900 milioni di euro, contano 30 mila soci e 7 mila dipendenti. La maggior parte di esse, però, si trova nell’area della Castellana, dell’Asolano e del Montebellunese.