Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"Dietro ci sono i poteri forti: basta guardare chi vota a favore"

"VENETO PENALIZZATO DALLA RIFORMA COSTITUZIONALE"

Il No al referendum del segretario della Lega Matteo Salvini


TREVISO - "Il Veneto è la regione che ci perde di più con questa riforma costituzionale, perchè la riforma toglie soldi alle regioni meglio amministrare e dà l'ultima parola allo Stato".
Per Mattero Salvini le modifiche alla Costituzione proposte dal governo Renzi hanno una netta impronta centralista, fornendo all'esecutivo gli strumenti per imporre le proprie decisioni alle autonomie locali.
Per questo, ospite ai nostri microfoni, il segretario federale della Lega Nord, illustra le ragioni per votare No al referedum di domenica prossima. Non solo, per Salvini la riforma non porterà i promessi vantaggi in termini di tagli ai costi della politica e di maggiore efficienza del sistema legislativo. Il leader del Carroccio ribadisce come le nuove misure giovino, innanzitutto, alla grande finanza e ai poteri forti e sottolinea, come in caso di vittoria dei contrari alla consultazione referendaria, Renzi e il suo governo debbano dimettersi.

Riascolta l'intervista integrale a Matteo Salvini nel link.