Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La famiglia mantiene una quota e Fausto resta amministratore

LE BICI PINARELLO AL FONDO D'INVESTIMENTO L CATTERTON

La societÓ del gruppo Lvhm acquisisce la maggioranza


TREVISO - La maggioranza della Pinarello, azienda leader mondiale nella progettazione e produzione di bici da corsa, passa a L Catterton, uno dei maggiori fondi di investimento in beni di consumo, partecipato anche dal colosso francese del lusso Lvhm (Louis Vuitton, Givenchy, Bulgari, Moet & Chandon, Tag Heuer, Sephora).
La famiglia Pinarello continuerà a mantenere un significativa partecipazione di minoranza e Fausto Pinarello, attuale amministratore delegato della Cicli Pinarello Spa, continuerà a guidare l'impresa dal quartier generale di Treviso.
Il fondo è entrato nella holding che controlla anche la storica azienda di biciclette, fondato nel 1953 da Giovanni Nani Pinarello, con le centomila lire ricevute come compensazione per l'esclusione dal Giro d'Italia dell'anno prima.
Pinarello Holding ha raggiunto nell’ultimo esercizio 2015/2016 un fatturato di 52 milioni di euro, per il 90% realizzato all’estero, conta oltre 50 dipendenti e produce 30.000 pezzi l’anno tra bici e telai, con investimenti in ricerca e sviluppo pari al 4% del fatturato.
L'operazione, condotta congiuntamente da L Catterton Europe e L Catterton North American Growth Fund, punta all'espansione del marchio sui mercati internazionali e l’ampliamento della rete commerciale con l’apertura di nuovi negozi in alcune delle capitali più prestigiose del mondo.
“Con ancora più entusiasmo di quanto abbiamo già messo in questa storia, ci apprestiamo a scriverne una nuova pagina – commenta Fausto Pinarello -, ma rimane la storia della nostra azienda, che continuerà ad essere guidata dal team che l’ha resa unica nel mondo e che vedrà aprirsi a nuove possibilità di crescita, mantenendo ben salde le nostre radici e la capacità di creare prodotti innovativi e di altissima qualità.”
Andrea Ottaviano, managing partner di L Catterton Europe, invece ha dichiarato: “Siamo emozionati di affiancare Pinarello, un’azienda che è stata capace di posizionarsi come il marchio di bici da corsa nel mondo, realizzando prodotti di incomparabile qualità e bellezza. Il nostro obiettivo è supportare Pinarello nel raggiungimento di nuovi traguardi”.