Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Firmata la convenzione tra il Comune e il Comitato organizzatore

MURA, SCUOLE, FONTANE: I DONI DEGLI ALPINI A TREVISO

Lavori realizzati in occasione dell'Adunata di maggio


TREVISO - Mura, scuole, fontane, il ponte dell'Università. Sono alcuni dei lavori che gli Alpini "doneranno" a Treviso per contraccambiare l'ospitalità della 90esima Adunata nazionale in programma nella Marca dal 12 al 14 maggio.
E' infatti consuetudine delle penne nere consegnare alcune opere alla città dove si svolge il loro raduno nazionale. A Treviso oltre 250 volontari della Protezione civile Ana saranno impegnati a risistemare un tratto della cinta muraria, da porta Fra' Giocondo a varco Caccianiga: veci e bocia elimineranno erbacce, poteranno gli alberi, sistemeranno la ghiaia dei vialetti dei sottostanti giardini, ripareranno e ritinteggeranno parapetti e attrezzature. I lavori dureranno dal lunedì al giovedì precedenti l'Adunata: la consegna venerdì, in concomitanza con l'avvio ufficiale della manifestazione.
Non solo gli alpini interverranno per la manutenzione di 22 fontane in ghisa della città, di sette scuole e del ponte dell'Università.
A tutto ciò, spiegano i responsabili, vanno poi aggiunti la pulizia e il recupero di spazie ed edifici assegnati per le tendopoli, gli alloggiamenti e le altre strutture del raduno.
Il Comune di Treviso e il Coa, il Comitato Organizzatore dell'Adunata del Piave, hanno sottoscritto la covenzione che disciplina le attività di competenza a carico dei due soggetti firmatari. Ca' Sugana destinerà per l'organizzazione dell'evento 210mila euro, suddivisi tra gli esercizi 2016 e 2017.
“Sono davvero orgoglioso di siglare questa mattina questa convenzione – ha dichiarato il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – Da oggi si apre ufficialmente il percorso verso l’Adunata di maggio che porterà in città moltissime persone. In questi mesi sono state diverse decine le riunioni tra Comune e Coa per definire gli aspetti operativi di questo grande evento. Un impegno che siamo certi porterà molte soddisfazioni per tutti. Ringrazio poi per i doni che gli alpini doneranno alla città: interventi tangibili che manterranno viva nel tempo la memoria di questa straordinaria occasione”.
"Nell'ambito della convezione, considero il progetto svolto dalla Protezione Civile dell'Ana un dono alla città di Treviso, come di consuetudine nelle nostre adunate nazionali – ha dichiarato Luigi Cailotto presidente del Coa -. Lasciare un valore tangibile a favore del patrimonio cittadino in collaborazione stretta con l'amministrazione locale sancisce ancora di più la volontà degli alpini di esprimere l'attaccamento al territorio, alle istituzioni e la vicinanza alla popolazione e alle identità locali".