Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Contratti di fornitura capestro, una guida per difendersi

ASCOTRADE E CONSUMATORI INSIEME CONTRO LE TRUFFE

Un migliaio di casi nella Marca: "E' concorrenza sleale"


TREVISO - Lotta alle truffe delle bollette, Ascotrade e le associazioni dei consumatori si alleano. Sono purtroppo sempre numerosi, anche nella Marca, i casi di utenti che si ritrovano con tariffe diverse da quelle pattuite o che addirittura erano del tutto inconsapevoli di aver sottoscritto un accordo con un fornitore. Episodi frequenti soprattutto con la vendita e la possibilità di formalizzare un contratto anche via telefono.
Adiconsum e Federconsumatori assistono oltre mille trevigiani vittime di raggiri riguardo alla fornitura energetica. Ma da queste pratiche vengono danneggiate anche le stesse aziende del settore: Stefano Busolin, presidente di Ascotrade denuncia di aver ricevuto svariate segnalazioni di sedicenti operatori che si spacciano come venditori della società del gruppo di Pieve di Soligo proponendo nuovi contratti oppure raccontano di gravi difficoltà di Ascotrade (cosa ovviamente non vera) per sollecitare il passaggio ad un altro fornitore.
Per aiutare gli utenti a districarsi in un campo molto complesso, evitando per quanto possibile di cadere nelle mani di venditori scorretti, Ascotrade ha scritto a sei mani con Adiconsum e Federconsumatori una “Guida ai diritti dei consumatori”. Il vademecum verrà distribuito in tutti gli uffici della società, oltre che nelle sedi delle due associazioni. Consigli ancor più utili, in vista dell'ulteriore passaggio che attende il comparto: dal prossimo anno, infatti, verrà istituita la cosiddetta “tutela simile”, una sorta di via di mezzo tra le due attuali opzioni: il mercato tutelato, in cui i prezzi di gas e luce sono stabiliti dall'Autorità per l'energia, e quello libero, in cui le tariffe sono lasciate alla libera concorrenza tra le aziende. Ascotrade è una delle trenta imprese su circa 240 a mettere a disposizione questa possibilità “intermedia”: chi vi aderirà, riceverà un bonus una tantum (di entità, per legge ancora non nota). Si tratta, però, di un passaggio temporaneo: nel 2018 tutti dovranno transitare sul mercato libero. “Purtroppo il passaggio alla tutela simile, in base alle normative, potrà avvenire solo via web, tutt'al più con l'assistenza delle associazioni dei consumatori – sottolinea Busolin -. Una contraddizione, poiché la maggioranza dei clienti del mercato tutelato hanno oltre 50 anni, dunque, in molti casi, hanno minor dimestichezza con internet”.

Galleria fotograficaGalleria fotografica