Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La tragedia è avvenuta questa mattina a Musile di Piave

CADE ULTRALEGGERO, MUORE 78ENNE MONTEBELLUNESE

Probabilmente la nebbia la causa della sciagura


MUSILE DI PIAVE - Tragedia dell'aria stamattina nelle campagne di Musile di Piave. Un elicottero ultraleggero è precipitato ed all'interno del velivolo distrutto sono stati trovati i resti carbonizzati del pilota: si tratta di Benito Cavasotto, 78 anni, originario di Trevignano, ma residente a Montebelluna, commercialista in pensione molto noto nella cittadina trevigiana. Partito proprio nei pressi del centro montelliano, il velivolo avrebbe dovuto atterrare al Club volo Papere vagabonde di Caposile, a San Donà di Piave. Nell'impatto con il suolo il piccolo elicottero, un Syton biposto, ha preso fuoco, non lasciando scampo al pilota, unico a bordo. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Suem 118, i carabinieri e i vigili del fuoco, anche con un'autobotte, ma per Cavasotto non c'è stato nulla da fare. Da accertare le cause della sciagura: probabilmente l'incidente è stato causato dalla fitta nebbia. Uno dei responsabili dell'aviosuperficie ha raccontato che, pochi minuti prima dell'incidente, il 78enne aveva aveva contattato la struttura, lamentando la scarsa visibilità.