Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Treviso ha fatto più di quanto prescritto dalle linee guida"

"SMOG, SERVONO MISURE SU SCALA PIU' VASTA"

L'assessore Franchin sollecita anche gli altri Comuni


TREVISO - “Ridurre l’utilizzo dell’auto a favore della mobilità sostenibile e del trasporto pubblico, abbassare la temperatura delle abitazioni ed evitare la combustione di bio masse. Sono queste le tre regole di condotta per fare del bene non solo alla nostra città, ma anche alla salute nostra e dei nostri bambini”, sottolinea Luciano Franchin, assessore ai beni ambientali del Comune di Treviso, riguardo all'emergenza smog in città. Sono queste anche le indicazioni contenute nelle linee guida regionali che indicano come il nostro territorio in questo momento sia al primo livello di criticità: una situazione in cui le prescrizioni regionali prevedono proprio l’estensione dell’informazione per limitare e contrastare il fenomeno. "L’amministrazione comunale di Treviso ha fatto di più - nota l'assessore -: oltre all’informazione abbiamo emesso un’ordinanza specifica che prescrive la riduzione di tutti i consumi inquinanti: sia per le auto sia per i riscaldamenti domestici”.
Secondo Franchin, "
Treviso continua a fare la sua parte, da un lato con l’applicazione dell’ordinanza e dall’altro spingendo all’adozione di stili di vita sostenibili. Purtroppo da soli non si fa nulla: i livelli registrati dal capoluogo indicano la necessità di una condivisione su una scala più ampia, certamente provinciale e regionale, dei provvedimenti che non possono essere applicati a macchia di leopardo. Invitiamo quindi i cittadini a continuare a mantenere comportamenti virtuosi. Certo, se la situazione dovesse peggiorare, come previsto anche dalle linee guida regionali, le misure di contenimento potrebbero diventare più restrittive”.