Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ristrutturazione completa, investimento da 750mila euro

DISTRETTO SANITARIO, NUOVA SEDE DI PADERNELLO

Luca Zaia taglia il nastro della struttura per 60mila utenti


PAESE - Una struttura sanitaria completamente rinnovata per un bacino di 60.000 cittadini. E’ stata inaugurata oggi dal presidente della Regione, Luca, Zaia la nuova sede di Padernello del Distretto Sociosanitario Nord dell’Azienda Ulss 9. Hanno fatto gli onori di casa il direttore generale Francesco Benazzi ed il sindaco di Paese Francesco Pietrobon, accompagnati dal direttore di Distretto Annalisa Visentin. La totale ristrutturazione dell’immobile è stata portata a termine rapidamente, grazie alla collaborazione tra Azienda sanitaria e Comune di Paese con un investimento di 750miula euro. La spesa, che sarà sostenuta dall'amministrazione municipale, è stata anticipata dall’Ulss 9.
Un moderno insieme di nuove aree per i prelievi, accettazione amministrativa, sale d’attesa, ambulatori per ausili e protesica, e spazi destinati all’Avis (l’associazione dei donatori di sangue) – con percorsi per utenti fragili e moderni servizi igienici – è stato realizzato nel corpo centrale della villa, completamente riedificata e ridefinita. Al primo piano dello stesso edificio sono stati ricavati, inoltre, gli spazi direzionali con due studi, una sala riunioni e vani tenici.
L’intervento sull’adiacente barchessa ovest, invece, ha comportato il totale riadattamento e ridistribuzione degli spazi a vantaggio dell’utenza, completato dal rinnovo impiantistico. Nella barchessa, al piano terra, si può fruire oggi di 9 ambulatori (Cure primarie, cure palliative, psicologo, assistenti sociali disabilità, educatori età evolutiva, infermieri), segreteria, spogliatoi personale e servizi. Al primo piano ci sono altri 10 ambulatori (psicologo, neuropsichiatra infantile, neuro psicomotricisti, logopedisti, assistenti sociali e educatori).
Consegnati il 25 maggio del 2015, i lavori si sono svolti in due fasi e sono stati ultimati il 14 dicembre di quest’anno. Hanno restituito un’estensione della struttura di 1475 metri quadrati, superiore di 350 rispetto a quella precedente, grazie all’utilizzo parti dismesse o inutilizzate. Nel corso delle opere è sempre stata garantita la continuità operativa dei servizi all’utenza.
Il Comune di Paese e l’Azienda Ulss 9 hanno dimostrato una proficua collaborazione a beneficio della cittadinanza. Con uno specifico accordo di programma, infatti, l’Azienda sanitaria ha assunto le funzioni di stazione appaltante, provvedendo ad individuare il progettista, alla gara d’appalto, all’esecuzione dei lavori, al pagamento delle spese. Spese che il Comune si è accollato con un rimborso in tempi successivi.


“Ecco un esempio virtuoso della sanità veneta - ha sottolineato il governatore Zaia - che stiamo ancora una volta rinnovando con la riforma che entrerà in vigore il primo gennaio per fare altri passi in avanti verso l’obbiettivo: più cure e più presto per la gente, tutte le esigenze di assistenza compatibili erogate sul territorio, casi gravi, complessi, acuti, negli ospedali”.

Il presidente della Regione, ha verificato personalmente l'iter di una richiesta per una visita dermatologica, presentata da un utente, giunto allo sportello proprio nei momenti della cerimonia di inaugurazione. 
“Proprio in questi giorni, anche il Programma Nazionale Esiti dell’Agenzia Sanitaria Nazionale Agenas – ha ribadito Zaia – ha confermato posizioni di vertice per la nostra sanità, che, a seconda delle specialità, viene definita buona, molto buona o eccellente: in generale la migliore rispetto a ben 165 parametri verificati. Ma non ci basta, e vogliamo fare altri passi in avanti. Proprio in queste ore, in Consiglio si discute e sarà approvata, una norma sulle liste d’attesa, che andranno rispettate con rigore granitico, pena la decadenza del dg. Nel 2010 – ha ricordato Zaia – avevamo tre o quattro proteste al giorno, oggi rispettiamo i giusti tempi di attesa per il 96-98 per cento e va preso quindi atto di un miglioramento significativo, che vogliamo ulteriormente perfezionare”.