Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Speciliazzata in chiavi e duplicatrici, anno destina il 10% dei ricavi allo sviluppo di nuovi prodotti

KEYLINE APRE UN CENTRO RICERCA NELLA SILICON VALLEY

L'azienda di Conegliano nel cuore dell'innovazione Usa


CONEGLIANO - Keyline apre un centro ricerca e sviluppo nella Silicon Valley. Lo ha annunciato venerdì 16 dicembre, nel corso della tradizionale festa degli auguri con dipendenti e collaboratori, l’amministratrice unica Mariacristina Gribaudi. Per l’azienda di Conegliano, leader nella produzione di chiavi e macchine duplicatrici, e già presente con la sua rete di filiali in Italia, Germania, Usa, Regno Unito, Giappone e Shanghai, si tratta di una scelta strategica, in un settore, quello della ricerca, che rappresenta il fiore all’occhiello al quale ogni anno destina oltre il 10 per cento del fatturato. “La divisione R&S – ha spiegato Gribaudi – rimarrà qui a Conegliano, con un’appendice però nella Bay Area. Una presenza diretta nel luogo per antonomasia dell’innovazione è coerente con il nostro essere azienda fortemente innovativa”.
Keyline si appresta a chiudere un anno che l’ha vista presente alle più importanti fiere internazionali del settore dove ha avuto modo di presentare i ‘gioielli’ tecnologici usciti dalla sua divisione di ricerca e sviluppo, seguita in modo diretto da Massimo Bianchi: è il caso, ad esempio, del Camillo Bianchi Reader che identifica ad uno a uno i profili chiave e li localizza a magazzino, oltre alle continue innovazioni nella tecnologia transponder per chiavi auto.
Anche quest’anno l’azienda ha annunciato ai suoi oltre 110 lavoratori, riuniti con le famiglie per il tradizionale scambio di auguri, che a fine anno verrà dato un bonus spesa del valore di 100 euro e ha consegnato due borse di studio (intitolate a Carlo Gribaudi, imprenditore di origini torinesi padre di Mariacristina) del valore di 500 euro ciascuna a Alessia Toffoli ed Enrico De Biasi, figli di dipendenti Keyline.