Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Obiettivo: rafforzare i coefficienti patrimoniali

EX POPOLARI VENETE, IL FONDO ATLANTE RICAPITALIZZA

Verserą 628 milioni per Veneto Banca e 310 per BpVi


MONTEBELLUNA/VICENZA - Quaestio Capital Management, la società che gestisce il Fondo Atlante, a sua volta azionista di maggioranza delle due banche, procederà ad una ricapitalizzazione di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza. A comunicarlo gli stessi istituti, con due note pressochè identiche.
La società fondata da Alessandro Penati si è impegnata ad effettuare, entro il prossimo 5 gennaio, un versamento di 628 milioni di euro per il gruppo montebellunese e di 310 milioni per quello berico. L'operazione, spiegano i comunicati, è finalizzata "a rafforzare i coefficienti patrimoniali" dei due gruppi "alla luce degli impatti che potrebbero generarsi dai complessi processi valutativi di fine esercizio attualmente in corso". In particolare, secondo indiscrezioni, gli importi versati andrebbero a recuperare l'erosione del patrimonio, causata dagli accantonamenti in vista dei contenziosi e delle possibili transazioni con i soci sul prezzo e sulle modalità di vendita delle azioni.
"Il versamento - annuncia inoltre la nota - avverrà in un’unica soluzione per l’intero importo, è da intendersi ad ogni effetto irreversibile, essendo inteso che nell’ipotesi in cui non si dovesse dare corso per una qualunque ragione all’aumento di capitale, il versamento resterà comunque definitivamente acquisito al patrimonio della Banca, senza che il Fondo Atlante e/o Quaestio Capital Management SGR SpA possano chiederne la restituzione; sarà imputato ad apposita riserva di capitale nel bilancio della banca".