Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Obiettivo: rafforzare i coefficienti patrimoniali

EX POPOLARI VENETE, IL FONDO ATLANTE RICAPITALIZZA

Verserā 628 milioni per Veneto Banca e 310 per BpVi


MONTEBELLUNA/VICENZA - Quaestio Capital Management, la società che gestisce il Fondo Atlante, a sua volta azionista di maggioranza delle due banche, procederà ad una ricapitalizzazione di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza. A comunicarlo gli stessi istituti, con due note pressochè identiche.
La società fondata da Alessandro Penati si è impegnata ad effettuare, entro il prossimo 5 gennaio, un versamento di 628 milioni di euro per il gruppo montebellunese e di 310 milioni per quello berico. L'operazione, spiegano i comunicati, è finalizzata "a rafforzare i coefficienti patrimoniali" dei due gruppi "alla luce degli impatti che potrebbero generarsi dai complessi processi valutativi di fine esercizio attualmente in corso". In particolare, secondo indiscrezioni, gli importi versati andrebbero a recuperare l'erosione del patrimonio, causata dagli accantonamenti in vista dei contenziosi e delle possibili transazioni con i soci sul prezzo e sulle modalità di vendita delle azioni.
"Il versamento - annuncia inoltre la nota - avverrà in un’unica soluzione per l’intero importo, è da intendersi ad ogni effetto irreversibile, essendo inteso che nell’ipotesi in cui non si dovesse dare corso per una qualunque ragione all’aumento di capitale, il versamento resterà comunque definitivamente acquisito al patrimonio della Banca, senza che il Fondo Atlante e/o Quaestio Capital Management SGR SpA possano chiederne la restituzione; sarà imputato ad apposita riserva di capitale nel bilancio della banca".