Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il manager smentisce ulteriori tagli all'organico

BENETTON FRENA SU ESUBERI E SCORPORO DI SISLEY

Incontro tra l'ad Airoldi e i rappresentanti dei lavoratori


TREVISO - Benetton frena su esuberi e scorporo di Sisley. Lo avrebbe ribadito l'amministratore delegato del gruppo dell'abbigliamento, Marco Airoldi, alle Rsu aziendali un incontro. Alla riunione non hanno partecipato i rappresentanti delle segreterie dei sindacati di categoria.
Airoldi, in particolare, avrebbe smentito, almeno per il momento, l'esigenza dell'azienda di dichiarare ulteriori esuberi: nei giorni scorsi si era parlato di una possibile ristrutturazione, con tagli all'organico intorno al 15-20%. Proprio questa ulteriore riduzione, a cui era contrario, avrebbe spinto Alessandro Benetton a presentare le sue dimissioni dal cda di United Colors.
Era stato ipotizzato anche di costituire una società autonoma per il marchio Sisley: secondo quanto riferito dall'ad, si è poi valutato che il distacco dalla casa madre avrebbe indebolito eccessivamente la struttura e, dunque, si è preferito mantenerla all'interno dell'azienda. A breve, comunque, dovrebbe essere convocato un nuovo vertice per discutere sul nuovo piano industriale.