Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scopo tutelare la qualitÓ dell'aria, persone deboli e animali

A TREVISO, STOP A FUOCHI E BOTTI DI CAPODANNO

Da domani e fino al 7 gennaio in vigore il divieto del Comune


TREVISO - Scatta da domani, 29 dicembre, l'ordinanza che vieta, fino al 7 gennaio, l'utilizzo dei botti in comune di Treviso.
La notte di Capodanno, ma anche le giornate seguenti, in particolare nelle occasioni dei panevin dell'Epifania, si trasforma in una vera e propria salva di esplosioni.
Ca' Sugana è, dunque, corsa ai ripari. Il provvedimento proibisce in modo assoluto "l'accensione e i lanci di fuochi d'artificio cui consegue deflagrazione, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici provocanti detonazione" in tutto il territorio comunale, eccetto nei luoghi e per gli eventi autorizzati dalle autorità di pubblica sicurezza.
In tutte le aree e gli spazi pubblici, inoltre, è vietato accendere materiale pirotecnico, compreso quello che non comporta una detonazione.
Chiari gli obiettivi dell'iniziativa: tutelare anziani e persone più deboli, nonchè gli animali, gravemente spaventati dalle esplosioni, ma anche evitare l'ulteriore peggioramento della qualità dell'aria a causa dei fumi di petardi e fuochi d'artificio.

La sanzione amministrativa prevista va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.