Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Era stato acquistato nel 2012 per circa 10,8 milioni di euro

VENETO BANCA, VENDUTO IL JET PRIVATO

Dopo lunga trattativa, ceduto ad una società straniera


MONTEBELLUNA - Veneto Banca ha venduto il suo aereo aziendale. L'istituto montebellunese, con una nota, ha comunicato di aver ceduto il Learjet 60 Xr sua proprietà "La cessione - si legge nel comunicato - rientra nella linea politica di rigoroso controllo dei costi, coerentemente con il nuovo corso improntato alla sobrietà".
Il velivolo - sette posti più i due piloti, 860 chilometri all'ora di velocità di crociera, 4.500 chilometri di autonomia - era stato acquistato nel 2012 per circa 10,8 milioni di euro. Da tempo l'aeromobile era in vendita: la cessione, dichiara la banca, è avvenuta "ad una multinazionale straniera alle attuali condizioni di mercato, sotto l’egida e il monitoraggio di esperti indipendenti, al fine di garantire la massima trasparenza operativa". Nei mesi scorsi si era parlato di una trattativa intorno a 4 - 4,5 milioni di euro, meno della metà del prezzo d'acquisto.
“Dopo aver avviato l’azione di responsabilità nei confronti della passata gestione - sottolinea il presidente Massimo Lanza -, con questa operazione il Consiglio di Amministrazione fornisce un ulteriore segnale concreto di cambiamento, riportando l’attenzione alla clientela, allo sviluppo del sistema delle imprese e della società civile del territorio d’appartenenza, nonché ad un’efficiente e controllata gestione aziendale”.