Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Finisce 26-8 una partita in cui Treviso poteva fare molto meglio

CHE DELUSIONE: A NEWPORT I DRAGHI SI MANGIANO I LEONI

Dopo la meta di Tebaldi ripresa tutta da dimenticare


NEWPORT - Delusione Benetton. I dragons, terzultimi, hanno dimostrato di non essere una grande squadra ma i Leoni non sono riusciti a tornare a casa nemmeno con un punto. E quando sono rimasti in 15 contro 14 sono stati proprio i gallesi a far punti: la svolta del match è stata lì. Primi minuti di gioco nei quali sono i gallesi ad avere il possesso dell’ovale, De Marchi non rotola via dalla ruck a ridosso dei nostri 22 metri ed è calcio di punizione in favore dei Dragons. Quest’ultimi scelgono di andare touche, i Leoni sono bravi ad intuire la chiamata e la pericolosa rimessa laterale viene così rubata.
 Al 4’ i biancoverdi commettono fallo su un’altra incursione del Newport, i gallesi questa volta vanno per i pali. O’Brien da posizione favorevole porta in vantaggio i suoi.
 Trascorrono pochi minuti ed i Leoni si sono già catapultati nella metà campo avversaria, così un dopo un rimbalzo favorevole Tebaldi raccoglie l’ovale e corre dritto verso i pali realizzando la prima meta del match. Da posizione parecchio defilata Allan non trasforma. Seguono una serie confuse di fasi di gioco che caratterizzano la frazione centrale del primo tempo. Al 23’ una punizione conquistata dai Leoni in posizione centrale, porta Allan sulla piazzola, questa volta il suo calcio è preciso. I Dragons rispondono e nonostante una buona difesa dei Leoni sulle numerosi fasi offensive dei padroni di casa, questi vanno in meta con Pretorius, O’Brien trasforma. A cinque minuti dalla fine del primo tempo gallesi che restano in inferiorità numerica per il giallo rifilato a Pretorius, i Leoni cercano di approfittarne. Sono due le occasioni che potrebbero portare alla gioia i biancoverdi, ma prima un grubber di Allan non raccolto dai compagni e successivamente la palla giocata a largo che sfugge dalle mani di Pratichetti vanificano il momento favorevole. Così allo scadere i Dragons trovano la possibilità di aggiungere tre punti sul tabellino con il piazzato del solito O’Brien.
Ad inizio secondo tempo sono ancora i gallesi a trovare il modo di fare punti e lo fanno con ancora O’Brien, portano infatti la sua firma il drop e calcio di punizione che permettono al Newport di allungare le distanze. La girandola di sostituzioni non riesce a invertire l’inerzia della partita così al 68’ sugli sviluppi di una touche a cui segue una maul avanzante i padroni di casa vanno in meta con Evans, trasforma l’appena entrato Jones.
 Al 72’ Zani con una splendida azione personale prova a diminuire il passivo, ma il pilone viene fermato ad un metro dalla linea di meta. Segue il fischio finale dell’arbitro che pone fine al match.

NEWPORT DRAGONS-BENETTON TREVISO 26-8
DRAGONS 15 Carl Meyer, 14 Tom Prydie, 13 Tyler Morgan, 12 Adam Warren, 11 Pat Howard (43’ Jack Dixon), 10 Angus O’Brien (62’ Dorian Jones), 9 Sarel Pretorius, 8 Ed Jackson, 7 Ollie Griffiths (59’ Nic Cudd), 6 Lewis Evans (C), 5 Cory Hill, 4 Nick Crosswell (47’ Rynard Landman), 3 Brok Harris (62’ Lloyd Fairbrother), 2 Elliot Dee (62’ Rhys Buckley), 1 Phil Price (47’ Sam Hobbs). A disposizione: 21 Tavis Knoyle All. Kingsley Jones
BENETTON 15 Luke McLean, 14 Andrea Pratichetti, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Luca Sperandio, 10 Tommaso Allan (59’ Ian McKinley), 9 Tito Tebaldi (45’ Giorgio Bronzini), 8 Marco Barbini, 7 Abraham Steyn (75’ Tommaso Iannone), 6 Robert Barbieri (59’ Marco Lazzaroni), 5 Dean Budd, 4 Marco Fuser (41’ Teofilo Paulo), 3 Matteo Zanusso (45’ Tiziano Pasquali), 2 Davide Giazzon (45’ Ornel Gega), 1 Alberto De Marchi (52’ Federico Zani). All. Crowley.
ARBITRO: Adamson (Scozia)
MARCATORI: 4’ p. O’Brien, 7’ meta Tebaldi, 23’ p. Allan, 27’ meta Pretorius tr. O’Brien, 40’ p. O’Brien, 50’ drop O’Brien, 54’ p. O’Brien, 68’ meta Evans tr. Jones,
NOTE: 34’ giallo a Pretorius. Primo tempo 13-8