Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stabili le condizioni del 47enne ricoverato a Treviso

MENINGITE, PROFILASSI SU 15 PARENTI E AMICI DEL MALATO

L'Ulss: "Nessun rischio per i contattti occasionali"


TREVISO - Sono stabili le condizioni del 47enne colpito da meningite da meningococco di tipo C e ricoverato, da mercoledì, al Ca’ Foncello di Treviso.
“Trascorsi ormai quattro giorni dal momento del ricovero, quando la situazione, particolarmente sul fronte della coagulazione, era estremamente grave, possiamo dire di nutrire un cauto ottimismo", sottolinea il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi. Massima tranquillità, secondo Benazzi, anche sul fronte dei possibili casi secondari. Tra giovedì e venerdì il Dipartimento di Prevenzione ha completato l’indagine epidemiologica e individuato tutti i contatti stretti del paziente: a familiari, colleghi di lavoro e amici intimi (una quindicina di persone in tutto) è stata somministrata una compressa da 500 mg di Ciprofloxacina. Per i contatti occasionali, vale a dire per i conoscenti e le persone che hanno avuto incontri a carattere professionale con il 47enne – che lavora nell’hinterland coneglianese - non è necessario alcun tipo di profilassi. Non è necessaria alcuna profilassi nemmeno per i contatti dei familiari e dei colleghi di lavoro. "Ricordo a tutti che il contagio è estremamente difficile - sottolinea il direttore dell'Ulss 2 -, considerato che il batterio resiste pochissimo nell’ambiente esterno”.
Non vi è alcuna necessità di profilassi, dunque, per tutti coloro che nei giorni precedenti il ricovero hanno incontrato occasionalmente il 47enne colpito da meningite.