Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Altri due giovani segnalati alla Prefettura come assuntori

SPACCIATORE ARRESTATO A PORTA ALTINIA DALLA POLIZIA LOCALE

Denunciato straniero con 23 grammi di droga e 500 euro


TREVISO - Durante un controllo ai giardini di Porta Altinia, gli agenti della Polizia locale di Treviso hanno notato quattro ragazzi. Con l'ausilio dell'unità cinofila sono stati rinvenuti 23 grammi di sostanza stupefacente addosso ad un cittadino straniero che è stato anche trovato in possesso di 500 euro in contanti. Il tutto è stato sequestrato ed l'immigrato, dopo l'identificazione in comando, è stato deferito all'autorità giudiziaria per spaccio di stupefacenti. Due degli altri ragazzi sono stati trovati in possesso di una piccola dose ciascuno e perciò segnalati alla prefettura come assuntori di stupefacenti: si tratta di un maggiorenne di Casier ed un minorenne di Silea. "Ecco ciò che fa il Comune per la sicurezza della città, nei limiti delle sue competenze: servizi appiedati in centro, controlli nei luoghi "caldi", polizia di prossimità nei quartieri - sottolinea il vicesindaco e assessore alla sicurezza del Comune di Treviso Roberto Grigoletto -. Il tutto in concorso con le forze di polizia dello stato. Treviso, grazie alle nostre forze dell'ordine è una città dove le regole vengono fatte rispettare e la sicurezza garantita. Qualche consigliere farebbe bene invece a verificare le notizie che fornisce agli organi di stampa. L'unica conseguenza di una simile condotta è infatti quella di alimentare un clima di insicurezza che non solo non è reale ma che soprattutto danneggia i cittadini”.