Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/253: A PERTH UN TORNEO DALLA FORMUALA SPETTACOLO

Nel divertente Handa World Super 6 si impone Ryan Fox


PERTH - È rimasto in Australia l’European Tour, seconda tappa consecutiva in quel Continente, nella stagione 2019; si disputa il divertente “ISPS Handa World Super 6 Perth”, terza edizione di uno dei tornei innovativi, valido anche per l’Asian Tour, con formula...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/252: ISPS HANDA VIC OPER, IL PRINCIPALE TORNEO D'AUSTRALIA

Lo scozzese Law e la francese Boutier beffano i favoriti di casa


GEELONG (AUSTRALIA) - È questo il principale avvenimento golfistico in Australia, in cui, a partecipare sullo stesso campo, il “13th Beach Golf Club”, sono 156 uomini e altrettante donne, seppure, queste ultime con distanze di poco ridotte. Sono 6.214 metri per i maschi, e 6mila...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/251: LE STELLE DELL'EUROPEAN TOUR PER LA PRIMA VOLTA IN ARABIA

Dopo le polemiche sui diritti umani, Dustin Johnson vince il Saudi International


GEDDA - Una sfida ad altissimo livello, con quattro dei primi cinque giocatori della classifica mondiale: l’inglese Justin Rose, numero uno vincitore la scorsa settimana del Farmers Open, gli statunitensi Brooks Koepka numero due, Dustin Johnson, numero tre, e Bryson DeChambeau numero cinque,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Entro fine mese anche il piano industriale sulla fusione

POPOLARI VENETE, AL VIA GLI INCONTRI CON SOCI E CONSUMATORI

Da venerdì riunioni sulla proposta di transazione


MONTEBELLUNA/VICENZA - La Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca stanno organizzando una serie di incontri con le associazioni di soci e consumatori per spiegare la proposta transattiva con cui i due istituti, in cambio di un ristoro economico pari a circa il 15% delle perdite subite e a un'offerta commerciale a condizioni di favore, punta a chiudere il contenzioso con i soci 'azzeratì. Fabrizio Viola, consigliere delegato di BpVi e presidente del comitato esecutivo di Veneto Banca, incontrando un migliaio di dipendenti alla Fiera di Vicenza per illustrare la proposta, motivare la rete e impostare il lavoro, ha spiegato che l'offerta, il cui valore ammonta a oltre 600 milioni di euro, "non è un'elemosina" ma piuttosto "un bonus", in quanto le azioni restano nella disponibilità dei soci. "Si tratta di un enorme sforzo patrimoniale per una banca che dovrà affrontare ancora un percorso di rafforzamento patrimoniale", ha ribadito il manager.
I primi incontri con alcune associazioni di soci sono in programma venerdì, a cui seguiranno la prossima settimana altri incontri con quelle dei consumatori. "Il passato non può negare il futuro", ha detto Viola ai dipendenti. "Dobbiamo riprenderci il futuro attraverso l'adesione a nuovi 
valori - ha continuato -, dobbiamo tutelare il risparmio, aiutare lo sviluppo delle aziende, fare banca. Il territorio ha bisogno di noi, vive il tradimento ma non ci vuole perdere". Insieme al piano di transazione Bpvi e Veneto Banca, lavorano sul piano industriale relativo alla fusione che verrà messo a punti entro fine mese. Un cda di aggiornamento è in programma per il 21 gennaio,