Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Entro fine mese anche il piano industriale sulla fusione

POPOLARI VENETE, AL VIA GLI INCONTRI CON SOCI E CONSUMATORI

Da venerdì riunioni sulla proposta di transazione


MONTEBELLUNA/VICENZA - La Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca stanno organizzando una serie di incontri con le associazioni di soci e consumatori per spiegare la proposta transattiva con cui i due istituti, in cambio di un ristoro economico pari a circa il 15% delle perdite subite e a un'offerta commerciale a condizioni di favore, punta a chiudere il contenzioso con i soci 'azzeratì. Fabrizio Viola, consigliere delegato di BpVi e presidente del comitato esecutivo di Veneto Banca, incontrando un migliaio di dipendenti alla Fiera di Vicenza per illustrare la proposta, motivare la rete e impostare il lavoro, ha spiegato che l'offerta, il cui valore ammonta a oltre 600 milioni di euro, "non è un'elemosina" ma piuttosto "un bonus", in quanto le azioni restano nella disponibilità dei soci. "Si tratta di un enorme sforzo patrimoniale per una banca che dovrà affrontare ancora un percorso di rafforzamento patrimoniale", ha ribadito il manager.
I primi incontri con alcune associazioni di soci sono in programma venerdì, a cui seguiranno la prossima settimana altri incontri con quelle dei consumatori. "Il passato non può negare il futuro", ha detto Viola ai dipendenti. "Dobbiamo riprenderci il futuro attraverso l'adesione a nuovi 
valori - ha continuato -, dobbiamo tutelare il risparmio, aiutare lo sviluppo delle aziende, fare banca. Il territorio ha bisogno di noi, vive il tradimento ma non ci vuole perdere". Insieme al piano di transazione Bpvi e Veneto Banca, lavorano sul piano industriale relativo alla fusione che verrà messo a punti entro fine mese. Un cda di aggiornamento è in programma per il 21 gennaio,