Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 660 metri quadrati su due piani, consegna entro l'estate

NUOVA BIBLIOTECA A SUSEGANA NELL'EX CASA DEL POPOLO

Il Comune acquisisce l'edificio come compensazione Imu


SUSEGANA - Dare al Comune di Susegana una biblioteca civica all’altezza dei tempi e delle esigenze dell’utenza è l’obiettivo dell’amministrazione comunale che ha accettato di acquisire una parte consistente della ex Casa del Popolo a compensazione del debito Imu da parte di quattro società riconducibili al Gruppo Grigolin.
Nel giugno scorso la proprietà dello stabile, conosciuto come “Ex Casa del Popolo”, posto tra la Statale Pontebbana e Piazza Martiri della Libertà, ha proposto di scambiare una quota dell’edificio, completamente ristrutturato, a compensazione del debito Imu accumulato. Questo sulla base del regolamento comunale Imu che all’articolo 5 contempla questa possibilità.
L’amministrazione comunale ha assegnato ad un ente terzo, l’Agenzia per il Territorio di Treviso, la perizia di stima per verificare la congruità della permuta e alla fine ha accettato la proposta di sanare il debito di 1 milione e 293 mila euro in cambio dell’edificio ex Casa del Popolo. A fine luglio 2016 il consiglio comunale ha approvato, con apposita delibera, l’esistenza dell’interesse pubblico all’acquisizione dell’immobile.
I lavori di ristrutturazione ormai completati per la parte strutturale, sono seguiti dalla Soprintendenza per i beni architettonici, che aveva dato precise indicazioni anche in fase di progetto, trattandosi di un edificio tutelato.
La nuova biblioteca avrà una superficie di 660 metri quadrati distribuiti su due piani e dovrà essere consegnata entro l’estate del 2017.
Attualmente la biblioteca comunale è collocata su un unico locale al piano terra dello stabile del municipio, ha una serie di servizi in promiscuità su una superficie di circa 170 metri quadrati, poco più di un quarto dello spazio che sarà a disposizione una volta trasferito il servizio nella ex Casa del popolo.
“Il trasferimento della biblioteca comunale nella sede del municipio e il grande sforzo di promozione del servizio, in particolare negli ultimi 10 anni, – spiega il sindaco Vincenza Scarpa - hanno comportato una notevole crescita dell’utenza. Siamo passati da 1500 a 12 mila utenti, con 21 mila volumi, 900 audiovisivi, 30 riviste, spazio internet, servizi per i più piccoli in uno spazio ormai inadeguato e inizialmente progettato non per essere una biblioteca. C’è un programma ricchissimo che va da bambini anche piccolissimi agli anziani, senza tralasciare che la biblioteca è sempre più frequentata dagli studenti delle medie superiori e dell’università. Servivano spazi nuovi”.
Gli spazi attualmente occupati dalla biblioteca presso il municipio potranno essere destinati, secondo le intenzioni dell’amministrazione comunale, a sala espositiva per mostre d’arte, di fotografia, mostre storiche e documentarie.