Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'appello della Questura: "Non fate entrare in casa sconosciuti"

ANZIANO 90ENNE RAGGIRATO DA FINTO MARESCIALLO

Con la scusa di un controllo, ha rubato denaro e gioielli


TREVISO - Ha chiamato subito la Polizia quando si è accorto di essere stato raggirato da un sedicente appartenente alle forze dell'ordine. Vittima dell’episodio un novantenne residente nella prima periferia di Treviso. L'anziano, ancora scosso per l’accaduto, ha raccontato ai poliziotti che alle 12.30 aveva bussato alla sua porta un uomo, di circa 50 anni, il quale, qualificatosi come carabiniere, asseriva di dover controllare delle banconote probabilmente false erogate dalla banca lì vicino. Il 90enne, in buona fede, ha fatto entrare in casa il truffatore, mostrandogli dove teneva il denaro. Il finto “maresciallo” ha cominciato ad aprire i cassetti in camera da letto, dove c'erano un portafoglio e delle scatole contenenti alcuni gioielli. Poco dopo, con la scusa di dover compilare un verbale, si è allontanato facendo poi perdere le proprie tracce. L’anziano, risalito in camera da letto, si è reso conto che le scatole dei monili erano sparite e il portafoglio vuoto era stato spostato su un mobile. Constatando di essere stato vittima di una truffa, ha chiesto l’intervento del 113.
“Non siete soli chiamateci sempre”: è la raccomandazione che la Polizia di Stato fa a tutti i cittadini, in particolar modo agli anziani, spesso vittime dei raggiri di truffatori. Pertanto, in caso di persone sospette che si dovessero presentare al proprio domicilio, ribadiscono dalla Questura, è bene non consentire l’accesso all’interno dell’abitazione e di chiamare le orze dell’ordine.