Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, sgominato giro di Mdma e marijuana per giovani

GLI INSOSPETTABILI CON IN CASA 120MILA EURO DI DROGA

Gli spacciatori erano un pizzaiolo e un promotore finanziario


TREVISO - Un giro di notevoli proporzioni di marijuana e droga sintetica destinate a giovani e giovanissimi del trevigiano. A capo del quale c'erano due spacciatori altrettanto giovani e, per giunta insospettabili, con un lavoro normalissimo. La Squadra mobile
della Polizia di Treviso l'ha sgominato, arrestando un 22enne di Scorzè e un 24enne di Preganziol: il primo di professione pizzaiolo in una rivendita da asporto, il secondo promotore finanziario. La loro occupazione principale e di certo più redditizia, però, era un altra: i due, come appurato dagli agenti, avevano anche affittato un appartamento a Mogliano, che utilizzavano come deposito per gli stupefacenti. A riprova dei quantitativi maneggiati, durante la perquisizione nell'alloggio, gli investigatori hanno rinvenuto 425 grammi di Mdma, famigerata droga cosiddetta "da discoteca", che se immessi sul mercato avrebbero fruttato circa 80mila euro, e quasi quattro chili di marijuana, nascosti in una valigia: valore commerciale 40mila euro, oltre a tre etti di hashish e 3.500 euro in contanti.
Le indagini della sezione antidroga della Squadra Mobile erano partite da alcuni controlli effettuati nell'area della stazione delle corriere del capoluogo della Marca dai colleghi delle Volanti: nei giorni scorsi gli agenti avevano fermato tre studenti, due 18enni ed un ventenne, trovati con in tasca, in totale 70 grammi di “erba” confezionata in dosi. Da lì l'operazione ha rivelato un traffico di ben altre dimensioni.