Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, sgominato giro di Mdma e marijuana per giovani

GLI INSOSPETTABILI CON IN CASA 120MILA EURO DI DROGA

Gli spacciatori erano un pizzaiolo e un promotore finanziario


TREVISO - Un giro di notevoli proporzioni di marijuana e droga sintetica destinate a giovani e giovanissimi del trevigiano. A capo del quale c'erano due spacciatori altrettanto giovani e, per giunta insospettabili, con un lavoro normalissimo. La Squadra mobile
della Polizia di Treviso l'ha sgominato, arrestando un 22enne di Scorzè e un 24enne di Preganziol: il primo di professione pizzaiolo in una rivendita da asporto, il secondo promotore finanziario. La loro occupazione principale e di certo più redditizia, però, era un altra: i due, come appurato dagli agenti, avevano anche affittato un appartamento a Mogliano, che utilizzavano come deposito per gli stupefacenti. A riprova dei quantitativi maneggiati, durante la perquisizione nell'alloggio, gli investigatori hanno rinvenuto 425 grammi di Mdma, famigerata droga cosiddetta "da discoteca", che se immessi sul mercato avrebbero fruttato circa 80mila euro, e quasi quattro chili di marijuana, nascosti in una valigia: valore commerciale 40mila euro, oltre a tre etti di hashish e 3.500 euro in contanti.
Le indagini della sezione antidroga della Squadra Mobile erano partite da alcuni controlli effettuati nell'area della stazione delle corriere del capoluogo della Marca dai colleghi delle Volanti: nei giorni scorsi gli agenti avevano fermato tre studenti, due 18enni ed un ventenne, trovati con in tasca, in totale 70 grammi di “erba” confezionata in dosi. Da lì l'operazione ha rivelato un traffico di ben altre dimensioni.