Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il risultato dell'equipe della rianimazione diretta dal dott. Farnia

MENINGITE, STA MEGLIO L'UOMO COLPITO A DICEMBRE

Era in pericolo di vita, oggi respira senza ventilazione


TREVISO -
Sta meglio il quarantasettenne, ricoverato al Ca’ Foncello di Treviso alla fine di dicembre perchè colpito da meningite da meningococco di tipo C.
La nota della direzione sanitaria continua: "Le gravissime e preoccupanti condizioni che hanno accompagnato il paziente nei primi giorni del ricovero registrano oggi un netto miglioramento. Grazie al successo delle cure da parte del sanitari della Rianimazione del Ca’ Foncello, il paziente da alcuni giorni respira già autonomamente e si prevede che nei prossimi potrà lasciare la terapia intensiva per essere trasferito in un reparto di degenza."

Grande soddisfazione da parte del dott. Francesco Benazzi direttore dell’azienda per il risultato che l’equipe della rianimazione, diretta dal dottor Farnia è riuscita a raggiungere. "Le condizioni del paziente al suo ingresso erano gravissimamente preoccupanti e la sua vita estremamente in pericolo. La prognosi infausta è stata contrastata con elevatissima professionalità fin dai primi attimi del ricovero da tutto il personale dell’unità di Rianimazione. Oggi il paziente respira senza ventilazione, da segni di forte rispresa, possiamo prevedere che tra un paio di giorni lasci la terapia intensiva e speriamo possa quanto prima tornare in famiglia”.

Questa vicenda ha evidenziato l’importanza di un’efficienza multidisciplinare – prosegue Benazzi - perchè ha confermato una perfetta sinergia tra il medico di famiglia, il Pronto soccorso, la Microbiologia che in tempi estremamente rapidi è giunta alla tipizzazione, la Prevenzione per la profilassi sui familiari, la Rianimazione per salvare la vita al paziente, l’unità Malattie Infettive che è già pronta ad accoglierlo per proseguire le cure. In un momento in cui sembra dominare una ingiustificata psicosi in conseguenza ai casi di Meninigite, i cittadini possono rendersi conto di come il nostro sistema sanitario sia all’altezza e disponga dell’elevato livello di professionalità necessario per gestire questo genere di eventi”.
La Direzione sanitaria comunica, inoltre, che anche i 2 pazienti affetti da Meningite da Pneumococco a suo tempo ricoverati in Rianimazione – rispettivamente al Ca’ Foncello di Treviso ed al San Valentino di Montebelluna - sono notevolmente migliorati e sono già stati trasferiti nei giorni scorsi in reparto di degenza.