Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il volume presentanto giovedì alla Fondazione Benetton

DA DIOGENE ALLA MODA, LA RISCOPERTA DELLA SOBRIETA'

Lo storico Manlio Brusatin dedica a questa virtù il suo ultimo libro


TREVISO - Una virtù utile, anzi spesso necessaria. Anche se, soprattutto in tempi moderni, spodestata da astuzia, tradimento, addirittura dalla cattiveria. Alla sobrietà è dedicato il volume "Stile sobrio. Breve storia di un’utile virtù", edito da (Marsilio, di Manlio Brusatin, storico dell’architettura, del colore e del design, già docente al Politecnico di Milano, all’Ateneo Turritano (Sassari) e allo Iuav di Venezia, dove si è laureato con Carlo Scarpa.
Il libro verrà presentato, giovedì 19 gennaio alle 18 nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, sede della Fondazione Benetton Studi e Ricerche: l’autore ne discuterà insieme a Marco Tamaro, direttore dell'istituzione trevigiana.
Il saggio di Brusatin si sviluppa fra parola e immagine, tra aneddoti e dotte ricostruzioni, per mostrarne tutte le sfaccettature e raccontarne le vicende fino ai giorni nostri e al ritorno dell’uomo sobrio, “l’artigiano di sé” che sa creare indifferentemente con le mani o con la “scatola magica del Maker 3D”. Le origini di questa “utile virtù” sono individuate dall’autore nella Vita sobria di Alvise Cornaro (1558), in cui si spiega come prolungare l’esistenza con una dieta che diventa anche condotta morale: uno “stile” poi bollato da Nietzsche come il contrario del superuomo.
Dal cibo all’abito, dalla dimora ai colori, il saggio si sviluppa in un eccentrico dialogo fra parole e immagini, in cui si incontrano personaggi di ogni genere: da Diogene, che vive in un orcio, a san Girolamo, che si ritira in una grotta e inventa la preghiera della sobrietà, da Robinson Crusoe a Napoleone, da Canova a Van Gogh, la cui sedia di paglia nella camera di Arles interpreta lo spazio sobrio del “riposo dell’immaginazione”.
Un sottile percorso alla ricerca del senso naturale di una virtù che pretendiamo molto più dagli altri che da noi stessi.