Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il plauso di Zaia ai Carabinieri: "Presidio di legalità"

SGOMINATA LA BANDA DEL BANCOMAT

Responsabile di oltre 35 colpi tra Veneto e Lombardia


TREVISO - In manette la banda dei bancomat. Sono sedici i destinatari delle misure cautelari emesse dal gip di Treviso ritenute responsabili di oltre 35 assalti ai bancomat tra Veneto e Lombardia

Il reparto operativo-nucleo investigativo carabinieri di Treviso con i colleghi di Padova, Venezia, Vicenza e Verona sta procedendo a eseguire le sedici misure cautelari - quindici detentive e un obbligo di dimora – emesse dal gip nei confronti dei soggetti appartenenti a due associazioni criminali.
I destinatari delle misure erano gli stessi già tratti in arresto il 29 settembre 2016 e successivamente rimessi in libertà a seguito della sentenza del tribunale del riesame di Venezia. 

ZAIA: "CARABINIERI INSOSTITUIBILE PRESIDIO DI LEGALITA'"

"Ancora un bel colpo, anzi due. I Carabinieri si confermano in Veneto come insostituibile presidio di legalità. A loro va la mia gratitudine e quella dei milioni di Veneti per bene”.
Con queste parole, il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta la doppia operazione compiuta dai militari dell'Arma.

"La criminalità sul territorio, quella che colpisce semplici cittadini, esercenti, i bancomat delle banche – aggiunge Zaia – è la peggiore, perché incute quel senso di insicurezza, che fa temere alla gente di poterne essere coinvolta in qualsiasi momento. Successi come questi contribuiscono non solo a buttare in galera (si spera a lungo) i delinquenti, ma anche a inviare un messaggio di tranquillità alle gente. La battaglia è dura, ma le nostre forze dell’ordine non mollano".

Galleria fotograficaGalleria fotografica