Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il plauso di Zaia ai Carabinieri: "Presidio di legalità"

SGOMINATA LA BANDA DEL BANCOMAT

Responsabile di oltre 35 colpi tra Veneto e Lombardia


TREVISO - In manette la banda dei bancomat. Sono sedici i destinatari delle misure cautelari emesse dal gip di Treviso ritenute responsabili di oltre 35 assalti ai bancomat tra Veneto e Lombardia

Il reparto operativo-nucleo investigativo carabinieri di Treviso con i colleghi di Padova, Venezia, Vicenza e Verona sta procedendo a eseguire le sedici misure cautelari - quindici detentive e un obbligo di dimora – emesse dal gip nei confronti dei soggetti appartenenti a due associazioni criminali.
I destinatari delle misure erano gli stessi già tratti in arresto il 29 settembre 2016 e successivamente rimessi in libertà a seguito della sentenza del tribunale del riesame di Venezia. 

ZAIA: "CARABINIERI INSOSTITUIBILE PRESIDIO DI LEGALITA'"

"Ancora un bel colpo, anzi due. I Carabinieri si confermano in Veneto come insostituibile presidio di legalità. A loro va la mia gratitudine e quella dei milioni di Veneti per bene”.
Con queste parole, il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta la doppia operazione compiuta dai militari dell'Arma.

"La criminalità sul territorio, quella che colpisce semplici cittadini, esercenti, i bancomat delle banche – aggiunge Zaia – è la peggiore, perché incute quel senso di insicurezza, che fa temere alla gente di poterne essere coinvolta in qualsiasi momento. Successi come questi contribuiscono non solo a buttare in galera (si spera a lungo) i delinquenti, ma anche a inviare un messaggio di tranquillità alle gente. La battaglia è dura, ma le nostre forze dell’ordine non mollano".

Galleria fotograficaGalleria fotografica