Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Città del Cima, unica zona dove si è riscontrato il fenomeno

TASSA SULL'OMBRA, SI RIACCENDE IL CASO A CONEGLIANO

L'imposta sulla proiezione del logo sul suolo pubblico


CONEGLIANO - L'hanno ribattezzata la "tassa sull'ombra". E sta diventando un caso nazionale, anzi ha varcato anche i confini italiani, approdando sulla prima pagina del prestigioso quotidiano britannico "The Guardian". E' la prescrizione che equipara l'ombra proiettata dall'insegna di negozi e bar ad un'occupazione di suolo pubblico, soggetta dunque alla relativa imposta.
L'Ascom Confcommercio coneglianese l'ha definita una "gabella medioevale" ed è pronta a sostenEre la battaglia dei suoi associati.
Già l'anno scorso, nella città del Cima, era scoppiato un caso simile, legato - allora - all'ombra delle tende degli esercizi commerciali. All'epoca, dopo la protesta dei commercianti, intervenne il Comune, modificando la norma del regolamento municipale. Stavolta, invece, la faccenda appare più complessa, perchè l'imposizione fiscale deriva da un decreto legge nazionale, che Abaco, la società a cui il Comune ha affidato la riscossione dei tributi, ha applicato alla lettera. Il sindaco Floriano Zambon ha ribadito la volontà di voler "neutralizzare" anche questa tassazione ed attende la risposta in materia richiesta al ministero dell'Economia.
La scadenza delle cartelle esattoriali, però, si avvicina: l'imposta dovrebbe essere versata entro il 31 gennaio.
Conegliano, peraltro, risulta l'unica area dove questo tributo è applicato e, soprattutto, dove i contribuenti protestano. Alla stessa associazione di categoria, non risultano altri casi oltre quelli della città del Cima: anche questi non sono molto numerosi - una ventina - per un esborso complessivo non gravosissimo, di circa 300 euro complessivi.