Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Miotto (Monsile): "Evoluzione necessaria, meglio il gruppo unico"

BCC TREVIGIANE, LA SCELTA DEL GRUPPO NAZIONALE

Solo Banca della Marca sta valutando la decisione


TREVISO - La riforma del credito cooperativo impone alle bcc di aggregarsi in un gruppo con almeno un miliardo di euro di patrimonio e con una forma societaria di spa. Anche alle banche trevigiani questi sono i giorni cruciali per scegliere la holding a cui aderire, tra i due principali poli in campo: Iccrea Federcasse, con sede a Roma, e la Cassa centrale banca di Trento (in più un terzo gruppo riguarderà le Raiffeisen altoatesine).
Il quadro si sta pian piano definendo: per Iccrea si schierano Centro Marca Banca e Banca di credito cooperativo di Monasteir e del Sile, mentre per Casa centrale ha deciso Banca Prealpi oltre, con ogni probabilità, Credito Trevigiano, che pure non ha ancora formalizzato la sua posizione. Nessuna decisione neppure per Banca della Marca: "Ad oggi Banca della Marca non ha deciso a che gruppo aderire - spiega il neopresidente Claudio Sernagiotto - perché siamo convinti che prima di decidere serva avere tutte le informazioni necessarie. Il nostro istituto è forte e vuole giocare con i più forti. Se necessario giocherà anche contro i più forti, ma la squadra di cui entreremo a far parte deve tenere in considerazione il nostro peso e la nostra solidità”.
Arturo Miotto, direttore generale di Monsile, sottolinea come l'aggregazione in una holding nazionale sia un'evoluzione necessaria e come la maggiore diffusione territoriale consenta un miglior diversificazione, riducendo i rischi commerciali. Benchè su alcune politiche bancarie, i singoli istituti dovranno sottostare al controllo della holding, per clienti e soci, secondo il manager, non cambierà pressoché nulla. Miotto, tuttavia, non nasconde che avrebbe preferito un gruppo unico, anzichè la divisione in due poli: "Sarebbe stato il terzo o quarto gruppo bancario nazionale, senza nulla da invidiare a Intesa o Unicredit. Così, non vedo come cooperazione possa coniugarsi con competizione". Per il direttore, tuttavia, non è ancora detta l'ultima parola su una possibile riunificazione.

Nel link, l'intervista integrale ad Arturo Miotto, direttore generale di Bcc Monastier e del Sile.