Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I vertici della Bcc: "Ci avviciniamo agli standard europei"

CREDITO TREVIGIANO CEDE 50 MILIONI DI SOFFERENZE

96 insolventi rilevati da una società specializzata


VEDELAGO - La banca di credito cooperativo Credito Trevigiano ha perfezionato la cessione di un portafoglio di crediti classificati a sofferenza secondo le normative di Banca d’Italia. Il portafoglio ceduto comprende 96 posizioni per un valore nominale di complessivi 48,4 milioni di euro.
La cessione è stata perfezionata in blocco ai sensi della legge 130/1999 e comporta per Credito Trevigiano il reale e definitivo trasferimento dei rischi di credito connessi alle partite cedute: la formula utilizzata, infatti, è quella del cosiddetto pro soluto, secondo cui il cedente garantisce la sussistenza del credito, ma non la solvibilità del debitore. Il portafoglio è stato acquistato dalla società veicolo di cartolarizzazione che appartiene ad uno dei più importanti operatori nel mercato dei non performing loans italiani. L’ operazione è stata perfezionata con la parte venditrice assistita, in qualità di advisor finanziario e legale, dalla società Business Analysis & Legal Expertise-B.A.L.E. S.r.l.
“La realizzazione dell’operazione di cessione - spiegano Pietro Pignata e Claudio Giacon rispettivamente presidente e direttore generale di Credito Trevigiano - ha permesso di migliorare gli indicatori di 'asset quality' della nostra banca, riducendo significativamente l’incidenza dei non performing loans rispetto al totale dei crediti. In tal modo diamo inizio ad un percorso di convergenza verso gli standard qualitativi previsti dalla vigilanza europea".