Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Carabinieri li seguivano da settimane: la scorsa notte il blitz

PRESI GLI SPACCIATORI DEI GIOVANI MONTEBELLUNESI

In casa nascondevano 3,5 chili di marijuana e 42mila euro


MONTEBELLUNA - Rifornivano di droga i giovani tossicodipendenti del Montebellunese. I Carabinieri hanno arrestato due spacciatori albanesi, un 29enne residente a Cornuda e un 35enne di Crocetta del Montello.
A loro i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Montebelluna sono arrivati dopo un'articolata indagine: li hanno seguiti per parecchi giorni, documentando numerosi incontri in bar e luoghi di ritrovo della zona con giovani noti come consumatori di stupefacenti. A quel punto, nella notte tra lunedì e martedì, i militari sono intervenuti, perquisendo le abitazione dei due immigrati, anche con il supporto di un cane anti-droga del Nucleo specializzato di Torreglia.
I riscontri si sono rivelati fondati. In casa del 29enne, sono stati trovati e sequestrati 500 grammi di marijuana, 5 grammi di cocaina e 10.510 euro in contanti, sigillati con pellicola di cellophane trasparente, probabile provento di spaccio. Allo stesso modo, nell'appartamento e nel garage dell'altro accusato, a Crocetta del Montello, sono stati rinvenuti 3 chilogrammi di marijuana, due bilancini di precisione e numeroso materiale per il confezionamento delle dosi e la somma 32.300 euro, anche in questo caso in contanti e avvolta nel cellophane.
Terminate le formalità di rito, il primo straniero è stato posto agli arresti domiciliari, mentre il secondo è stato portato nel carcere di Treviso, a disposizione del magistrato.