Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E' andato ieri sera al Pronto soccorso con febbre, nausea e otite

MENINGITE, DICIOTTENNE IN RIANIMAZIONE A CONEGLIANO

Caso di pneumococco, non è necessaria profilassi pubblica


CONEGLIANO - Un diciottenne è ricoverato in Rianimazione all'ospedale di Conegliano per meningite da pneumococco. A comunicarlo la direzione dell’azienda Ulss 2.
Il giovane, residente nel Coneglianese, si è presentato martedì sera al Pronto soccorso dell'ospedale della città del Cima con cefalea, nausea, febbre e otite. Visto il quadro il ragazzo è stato trattenuto in osservazione: alle 22, a seguito di un improvviso peggioramento delle condizioni, è stato immediatamente trasferito in l'unità operativa di Rianimazione ed è stata avviata la terapia antibiotica specifica. Gli esami di laboratorio subito avviati hanno certificato la diagnosi di meningite da pneumococco: grazie all’interazione tra le équipe dell’ospedale di Conegliano e del Ca’ Foncello nel giro di poche ore è stato possibile arrivare ad identificare il ceppo batterico.
Questo tipo di meningite non essendo particolarmente contaggioso, a differenza di quella da meningococco, non comporta necessità di profilassi per chi sia venuto in contatto con il malato, nè altri provvedimenti di sanità pubblica.
Si tratta del quarto caso di infezione nella Marca da dicembre. I vertici dell'Ulss, peraltro, precisano che non vi è alcuna correlazione tra questo caso e quelli registrati nelle scorse settimane al Ca' Foncello.